Estratto di un minuto del doppiaggio in dialetto parmigiano, realizzato nell'estate del 1996, tratto dal film "Ombre rosse" (1939) di John Ford. La voce di Ringo (John Wayne) è di Enrico Maletti


Con la qualità non si scherza. Parola di Enrico Maletti

PARMAINDIALETTO Tv


Tgnèmmos vìsst
Al salùt pramzàn äd parmaindialetto.blogspot.com

“Parmaindialetto” è nato il 31 luglio del 2004. Quest’anno compie 13 anni

“Parmaindialetto” l’é nasù al 31 lùjj dal 2004. St’an’ al compìssa 13 an’

Per comunicare con "Parmaindialetto" e-mail parmaindialetto@gmail.com

L’ UNICA SEDE DI “Parmaindialetto” SI TROVA A PARMA “PÄRMA”.







venerdì 26 febbraio 2010

Venerdi 5 marzo esce in edicola con la Gazzetta di Parma “Jerdlà 5”, ultimo libro di Lorenzo Sartorio che chiude la raccolta di “MEMORIE PARMIGIANE”

(Testo blu in Italiano)
In questo periodo in cui le nostre tradizioni vengono messe in un angolo, vittime di una globalizzazione sempre più forte ed invadente che mina le nostre radici di popolo padano, si conclude un'opera che si può considerare un'enciclopedia di quelle che sono le nostre tradizioni, radici, usi e costumi parmigiani, opera di un Maestro, che risponde al nome del giornalista Lorenzo Sartorio, il quale rappresenta "l'ultimo romantico", l'ultimo sognatore di questa città che fa una fatica tremenda (ma ancora ci riesce) a salvaguardare le sue tradizioni.

Un cultore di quella parmigianità che purtroppo non c'è più. È solo nella memoria e nei nostri sogni. Un sogno un po sfumato e niente più. È un sogno in bianco e nero che cerchiamo di rendere a colori. Non è colpa della globalizzazione, ma degli stessi parmigiani che non si rispecchiano più nelle tradizioni.

E per merito di Lorenzo Sartorio, sempre primo nella difesa delle nostre radici, primo nella salvaguardia delle nostre tradizioni,che uscirà venerdì 5 Marzo con la Gazzetta di Parma “Jerdlà 5”, e chiuderà la raccolta di Memorie Parmigiane. Un grazie vada alla casa editrice Tecnografica e alla Gazzetta di Parma per avere creduto al progetto “Jerdlà” che è un investimento per la salvaguardia delle tradizioni Parmigiane. (Testo giallo dialetto Parmigiano)
Venerdi 5 marzo esce in edicola con la Gazzetta di Parma “Jerdlà 5”, ultimo libro di Lorenzo Sartorio che chide la raccolta di “MEMORIE PARMIGIANE”

In còl perìod chì indò il nòstr tradisjón i vénon mìssi in-t-n’ àngol, vitimi äd ‘na globalizasjón sémpor pù forta e invadénta ch’l a mén’na il nostri ravìzi äd popol padan, a fnissa n'opra ch’ la s’ pól considerär n'enciclopedia äd còlli ch’j én il nostri tradisjón, ravìzi, manéri e costum pramzàn, opra d’ un Méstor, ch’ al risponda al nom dal giornalìssta Lorenzo Sartorio, ch’ al raprezénta "l'ultom romàntich", l'ultom sognator äd cla citè chì ch’ la fa ‘na fadiga treménda (mo ancòrra a gh’ la cäva) a salvaguardär il so tradisjón.

Un cultor äd cla parmigianitè che purtrop l’a ‘n gh’è pu. L’é sol in-t-la memorja e in-t-i nostor insònni. N’insònni un po sfumè e njénta äd pu. L’é n’insònni in bjanch e nigor ch’ a sarchèmma äd réndor a color. A ‘n n’é miga colpa ädla globalizasjón, mo di stés prarmzàn chì n’é ‘s vèddon pu in-t-il tradisjón.
L’é par mérit äd Lorenzo Sartorio, sémpor prìmm in-t-la diféza dil nostri ravìzi, prìmm in-t-la salvagvärdia dil nostri tradisjon, ch’ al gnarà fóra venardì 5 Märs con la Gazètta äd Pärma “Jerdlà 5”, e al fnirà la racolta dil Memorjj Pramzàni. Un gràsja ala ca editrice Tecnografica e ala Gazètta äd Pärma p’r avér cardù al progét “Jerdlà” ch’l’é n’ investimént par la salvagvärdia dil tradisjón Pramzàni.
(Tgèmmos vìsst)
(Pramzàn dal sas)
(Nelle foto: 1) la copertina di "Jerdlà 5" che rappresenta la vecchia Ghiaia, 2) il giornalista Lorenzo Sartorio autore della collana "Jerdlà).


martedì 23 febbraio 2010

(Testo solo in Italiano)
DISEGNI in dialetto

Dal 4 marzo 2010 i disegni di Francesco Soncini ("Soncio")

Presso la sede della Famija Pramzana
V.le Vittoria, 4 - 43125 Parma Tel. 0521.963572

Inaugurazione ore 17
Seguirà una dissertazione dal titolo: "Al capezzale di una lingua rantolante"

Per maggiori ragguagli:
LA FAMIJA PRAMZANA
Barriera Bixio - Porta S. Francesco - 43100 Parma - Viale Vittoria, 4
Segreteria: tel. e fax 0521 963572 - Circolo: tel. 0521 963578
e-mail: famijapramzana@alice.it

Il Pagéli di Crozè in djalètt Pramzàn, testo pubblicato sulla "Gazzetta di Parma" del 23 febbraio 2010












(Testo solo in dialetto Parmigiano)
Cagliari Pärma 2-0


Mirànt séz : sté gir sénsa colpa, dzämma che con la diféza d’ j ultom témp a ’t si n’eroe a presentärot in camp ätor che

Zenón zéro : Dino intrégh, piantè cme un gruggn, indormintè cme mi che però a son a lét con l’influénsa e tutt al rést, miga a fär al titolär in serie A ! Al fantazma dal prìmm Dino !

Zacärd zéro : a Pärma nojätor dzèmma fóra cme un balcon ! Second mi dato ch’ a né ’t vén miga da trop lontan a t’ al dovrìss capir subìt co vol dir
Paci zéro : s’ a gh’ fuss stè ancòrra al mond al pòvor Jimmy Feräri al t’ arìs tot su e portè con lu in tournè, parchè jerdlà a ’t sér compagn a ‘na marjonètta, ò réz l’idea ?
Lucaréli zéro : completämma al repärt, sul second gol tant che col là l’insucäva la bala ti a ’t sér ancòrra al TankaVillage

Castlén zéro : ätor casél äd l’autosträda avärt in sband, a né gh’ paräva gnànca vera a chilór dal Cagliari tutta ch’la libartè, e difati a s’é vìsst al risultät ! Pavlén, arpicläros ala zvelténna che ormäj al fond al sé vädda bél ciär

Lunardén zéro : alzér cme ‘na piùmma, sénsa fantazja un gran bräv ragas mo cme j’ho béle ditt al pära Titti butè in-t-la gàbia di león

Morón zéro : capitàn al so ch’ a né ’t dormi miga äd nòta in ch’ la situasjón chi mo nojätor second ti co podämma pensär ? Co é drè sucèdor ???

Valiàn sèt : la nota pozitiva äd la giornäda, corsa luciditè prezénsa fizica e vója äd saltär fóra da col baratro chi sénsa fond !

Biabiany zéro : fum fum fum e ancòrra fum, gran tòch d’arost s’al taca a ralentär anca chilù a sämma a post dabón

Crespo déz : e mama mia che emosjón fär la pagéla a Hernan, certo ch’ a l’äva immaginäda diversa, mo par ti Hernan, un déz par tutt, sénsa stär li a spiegär ancòrra, parsón’na d’ätor témp in col calcio malè !
Bentornè a cà tovvà in méza a la tò génta Pramzàn !

Guidolin zéro : béle ch’ a stagh mäl da mì con col virus ch’a gh’ò adòss, po’ fär la pagéla al Don in ch’la situasjón chi l’é ‘na tortura, un suplìssi ! Don co gh’é ?? S’é spachè la bici p’r andär a Barbjàn ? dai che ormäj a n’é ora

Boys déz : pensì un po’ che chi ragas chi cuand a vénna fóra il pagéli i saran apén’na tornè a cà, par väddor col spetàcol li, e in- t-un méz j’àn fat anca Catania e Palèrom con zéro pont e partìdi penozi! E la dignitè äd dir no grasja ai zugadór ch’ a vräva tirär il majätti ! Zò al capél davanti a tutt chilor vón in particolär che dòpa vintón méz d’inguistìssja l’é podù tornär in curva ! FINO ALL’ULTIMO CROCIATO ! AVANTI NON MOLLIAMO!
(Tgnèmmos vìsst)
(Pramzàn dal sas)
(Testi di Crociato 63)
(Correzione ortografica a cura di Enrico Maletti)

lunedì 22 febbraio 2010

Lorenzo Sartorio presenta "Torlìdi" alla Famija Pramzàna


Lorenzo Sartorio: "TORLIDI" IN FAMIJA

Giovedì 25 ore 16,00

SIETE TUTTI INVITATI ALLA PRESENTAZIONE DELL'ULTIMO LAVORO DELLO SCRITTORE E GIORNALISTA DELLA GAZZETTA DI PARMA LORENZO SARTORIO
CORDIALMENTE,

LA FAMIJA PRAMZANA
Barriera Bixio • Porta S. Francesco
43100 Parma - Viale Vittoria, 4
Segreteria: tel. e fax 0521 963572
Circolo: tel. 0521 963578
e-mail: famijapramzana@alice.it

Per ulteriori ragguagli sull'Autore:
http://www.pramzanblog.com/ 2008/12/

le-interviste-di-pramzanblog-lorenzo.html
http://parmaindialetto.blogspot.com/ 2009/12/il-libro-del-natale-parmigiano-di.html
http://parmaindialetto.blogspot.com/ 2008/12/lorenzo-sartorio-il-premio-lunigiana.html

Da AmiciCani.com Ufficio Stampa ufficiostampa@amicicani.com riceviamo e pubblichiamo.

(Testo solo in Italiano)
Le Associazioni
Chiliamacisegua, AmiciCani, Freccia 45, Rapid Dogs Rescue, Associazione Qua La Zampa, I gatti di Maria Luigia, LIDA Milano, D.N.A Diritti-Natura-Animali, LIDA Firenze, L`ARCA, Paolo Ricci, Aiutiamofido, Lega del Cane S. Giorgio del Sannio, Lida Olbia, OIPA Brindisi, Amici Animali Onlus, A.P.D.A. TORINO, Associazione Le Muse

UNITE PER CHIEDERE ALLA RAI UN’INFORMAZIONE CORRETTA

Chiediamo alla RAI, Servizio Pubblico, che metta a disposizione nei suoi palinsesti, spazio di divulgazione, discussione, approfondimento per le battaglie animaliste volte a svergognare e a svelare concussioni, collusioni, scempi, omissioni di soccorso, inadempienze, maltrattamenti ruberie, mafia, bubboni incancreniti da secoli nel tessuto soci ale e raramente affrontati dai media.

Siamo stanchi di trasmissioni pizzi e trine e merletti, di trasmissioni baubaumiciocmicio, di trasmissioni fuorvianti che titillano la superficialita` dei telespettatori con notizie all`acqua di rose che vanno dal suggerimento dell`acquisto del collare e guinzaglio di strass e della cuccia a tre piani, alla dieta per l`obesita` del gatto, ma che non parla degli allevamenti intensivi, del fegato d`oca, della sorte dei bufalotti maschi, della caccia al delfino, dello sterminio delle foche e delle balene, della macellazione islamica, dello scuoiamento da vivo dell`animale da pelliccia, della caccia chiamata sport, dei circhi, teatri anacronistici di sfruttamento animale come le botticelle, degli zoo, luoghi di prigionia, dei canili lager, delle corse e dei combattimenti clandestini, dei traffici degli animali, dei metodi di uccisione degli animali da carne della filiera di orrore che percorre l`Italia quotidianamente.

Ciò che viene celato e che si nasconde dietro la facciata, lo spreco, il giro di interessi e di lucro, sulla pelle degli animali a spese dei contribuenti, è il disprezzo della vita, quel disprezzo che ha mandato alla deriva la nostra civiltà, privandola dei suoi valori intrinsechi.

Si tratta di malasanità, truffa, distrazione di denaro pubblico, omissione d`atti d`ufficio, corruzione di Asl e Procure. Denaro pubblico sperperato, incolumità pubblica non tutelata, inapplicazione dolosa delle leggi che riguardano la sanità pubblica che è sanità veterinaria.

L`uomo sta distruggendo ambiente, natura e vita. Ovvero se stesso.

E` tempo di indignazione, è tempo di rivoluzione, è tempo di educazione.

Ed è tempo che ognuno faccia la sua parte.

Firma anche tu la petizione al link: http://spreadsheets.google.com/viewform?hl=it&formkey=dG96MGRpQktkVzJfbHFsSUVUdlFZYVE6MA

Chiliamacisegua
www.chiliamacisegua.org

AmiciCani
www.amicicani.com

Freccia45

www.freccia45.org

Rapid Dogs Rescue
www.rapiddogsrescue.com

Associazione Qua La Zampa
www.associazionequalazampa.it

I gatti di Maria Luigia
www.gattimarialuigia.com

D.N.A Diritti-Natura-Animali
www.associazionedna.org

LIDA Firenze
www.lidafirenze.it

Lida Olbia
www.lidaolbia.it

LIDA Milano
www.mclink.it/assoc/lid

L`ARCA

Amici Cani Randagi Firenze

Paolo Ricci
www.lasaggezzadichirone.org

Lega del Cane S. Giorgio del Sannio
www.legadelcane-sangiorgiodelsannio.it

Oipa Brindisi
www.oipapuglia.it

AiutiamoFido
www.aiutiamofido.org

Amici Animali Onlus
www.amicianimali.org

A.P.D.A. TORINO

Associazione Le Muse
www.associazionelemuse.com
(Nella foto; Briciola di "Parmaindialetto" davanti a un piatto di ANOLINI alla Parmigiana).

venerdì 19 febbraio 2010

Ottava edizione del “CANTAINSIEME” A.N.S.P.I. un vero successo.


(Testo blu in Italiano)
Nella parrocchia di San Paolo Apostolo si è svolta l’ottava edizione del “Cantainsieme”, spettacolo organizzato dal Cesma (Centro studi musicali dell’A.N.S.P.I.).
Tre sono state le categorie di cantanti, (A) dai 3 ai 10 anni, (B) dagli 11 ai 13 anni (C) i cori.
Tra i piu piccoil, categoria (A) il primo premio è andato a “The five girls” che si sono esibiti cantando “Per un ditino nel telefono”. Nella categoria (B), dagli 11 ai 13 anni, il primo posto è stato assegnato a Benedetta Rinaldi e Benedetta Pedretti, con il brano “Piccolo Uomo”, mentre per i cori la prima posizione è stata assegnata al coro “Berlingo” diretto da Francesco Davoli. Al di la delle classifiche sono state apprezzate dal pubblico le esibizioni accompagnate da numerosi applausi.
Anche quest’anno il “Cant insieme”, arrivato all’ottava edizione, è stato presentato dall’attore dialettale Enrico Maletti, prezioso è stato l’aiuto di Nicola Gennari. L'intero spettacolo è stato trasmesso in diretta sul digitale da "Giovanni Paolo TV" prima emittente parrocchiale in Italia con la sede nella parrocchia di San Paolo.












(Testo giallo dialetto Parmigiano)
Otäva edisjón dal “CANTAINSIEME” A.N.S.P.I. un vér sucés.

In-t-la paròchia äd San Pàvol Apòstol a s’é zvòlt l’otäva edisjón dal “Cantainsieme”, spetàcol organizè dal Cesma (Centro studi musicali dell’A.N.S.P.I.).
Trèj j én städi il categorjj äd cantant, (A) dai 3 ai 10 àni, (B) dai 11 ai 13 àni (C) i coro.
Tra i pu picén, categoria (A) al prìmm prémi l’é andè a “The five girls” ch’ j àn cantè “Per un ditino nel telefono”. In-t-la categoria (B), daii 11 ai 13 àni, al prìmm post l’é stè asgnè a Benedetta Rinaldi e Benedetta Pedretti, con la cansón “Piccolo Uomo”, invéci p’r i cori la prìmma pozisjón l’é städa assegnäda al coro “Berlingo” dirét da Francesco Davoli. Al di la dil clasìfichi è stè apresè dal pùbblich l’ j ezibisjón acompagnädi da numeroz aplauzi.
Anca st’an’ il “Cant insieme”, arivè a l’otäva edisjón, l’é stè prezentè da l’ator djaletäl Enrico Maletti, presjóz l’é stè l’aiut äd Nicola Gennari. Tutt al spetacol l'èste trasmiss in direta da "Zvàn Pavol II" prìmma TV parochiela in Italia con la seda in-t-la parochia 'd San Pàvol.
(Tgnèmmos vìsst)
(Nelle foto: 1) Sede dell'emittente Giovanni Paolo TV, -2-3-4) gruppi di partecipanti al "Cantainsieme" 5) Don Francesco Rossolini parroco di San Paolo mentre premia alcuni bambini, 6) Don filippo Zappettini parroco di Sissa e Enrico Maletti che ha condotto il pomeriggio).
(Pramzàn dal sas)

martedì 16 febbraio 2010

Il Pagéli di Crozè in djalètt Pramzàn, testo pubblicato sulla "Gazzetta di Parma" del 16 febbraio 2010











(Testo solo in dialetto Parmigiano)
Pärma Lasio 0-2

Mirànt zéro: Eh no ragas, a’t pól fär tutt il parädi dal mond mo cuand a ‘s fa ‘na gata acsì in-t-na partida acsì l’é ‘d ‘na gravitè trménda.

Zacärd séz: Von di pòch con la rabia in-t-i òc’, di mo al sät ch’ j’ò vìsst la partida ataca a Miclón al pära tò fradél dabón, j’ùnnich du ch’ é restè al mond con cla petnadura li.

Lucaréli cuàtor: Scärpi a l’arvärsa in-t-al prìmm témp cuand a ‘s tratäva äd parzär, in-t-al second cuand a s’é tratè äd parzär, giornäda negativa al sént par sént.
Panucci zéro: a vód sul prìmm gol, ‘na bujja stavolta con un compagn äd scädra, brut momént eh Cristian? Un momént ch’ al né pära fnir pu.

Paci séz: Al meno péz di centräl mo l’é ‘na mägra consolasjón, Massimo vécia guärdia serca äd där ‘na drisäda a cla bärca chì ch’l’é drè a fär acua da tutt i cantón,

Antonéli sèt: Séns’ätor al pu bón dal Pärma, n’assist parfét un tir e ‘na prezénsa importanta anca dé ‘d chi inàns! A ‘t pär un po’ Mino Damato insìmma ai bräz a còrror però l’important l’é färja giùssti e jerdlà a ‘t si stè parfét.

Morón zéro: Da zéro a déz a zéro ancòrra, a ‘t pär al film äd Ligabue ultmamént! Oh Capitan, tacämma lasär indrè la paura e cominciär ancòrra a bocär bala e garlètt?

Galloppa zéro: Biondén, ‘na flebo äd cafè? No parchè chi a pära la movìda äd Carlo Sassi e sóra al cont a ‘t n’inbroch pù vunna gnàn par zbàlji! Sa ‘t vè avanti acsì ätor che Sudafrica, t’andrè si e no a San Pancràsi.

Jimenez zéro: A ‘n vój gnàn savér co sia sucés, a so soltant che in-t-al momént deciziv äd ‘na partida importantisima té ‘t si fat casär fóra! Vädda ti sa ‘t si stè fùrob!

Bibiany zéro: Al gol zbaliè l’é stè un lavor da Stanlio e Ollio! Mäj vìsst un lavor acsì! Purtrop a col ragas chì i ‘n gh’àn ancòrra insgnè che al zógh dal balón a ‘s vénsa a fär di gol e andär pu fort a ‘n sarvìssa a njénta sénsa gol.

Bojinov zéro: T’è zughè a nascondén, e a ‘t si stè acsì bräv ch’ in t’ àn catè gnànca i tò compagn äd scädra! Giuliacci a d iriss “ non pervenuto”.

Guidolin cuàtor: Misster s’é drè spacär al bilén? No parchè chi a gh’é di armór ch’a preocupa e mìga pòch! Ela pericolanta la baraca? Ch’o é drè sucédor? Ormäj la taca a gnir nojóza la fola eh!

Leonärdi trì: Giusst criticär chi fis’cia subit, mo cära al me Diretór, a Pärma sarìss un bél lavór zbasär un po la vóza che nojätor a ‘n sèmma mìga abitvè a la cultura äd chi gh’à ragjón chi zbràja pu fort dacordi? Elora va bén ‘Na braväda, mo l’educasjón mäj scordärla in-t-al casètt vala bén? Anca parchè a dirla tutta cla sfurjäda lì la pära pu che ätor ‘na còvva äd pàja! AVANTI CROCIATI.
(Tgnèmmos vìsst)
(Pramzàn dal sas)
(Testi di Crociato63) (Correzione ortografica a cura di Enrico Maletti)

STAGIONE DIALETTALE 2010 COMUNE DI PARMA SERATA D’APERTURA CIRCOLO PRO PARMA PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI ENRICO IORI

(Testo solo in Italiano)
STAGIONE DIALETTALE 2010 COMUNE DI PARMA
SERATA D’APERTURA
CIRCOLO PRO PARMA – EL RAVIZI

Dal settembre 2001, il Comune di Parma ha organizzato una sorta di teatro itinerante nei quartieri di Parma che ha ormai toccato la decima edizione tra rassegne autunno/inverno e stagioni all’aperto sotto le stelle.

Il dialetto sotto casa è ormai una consolidata tradizione per il dialetto nei quartieri; grazie alla fattiva collaborazione di Presidenti e Responsabili della cultura dei quartieri il successo delle prime manifestazioni ha portato a prolungare nel tempo l’idea ed il successo di pubblico ha ormai affermato questa manifestazione.

La sinergia creata tra Comune di Parma, Assessorato alla cultura e Consulta dialettale parmigiana, per la direzione artistica di Franco Ferrari vede circa trenta compagnie, aderenti tutte alla Consulta dialettale parmigiana, che “girano” in tutti i quartieri di Parma, in teatri, sale di circoli, che per una sera diventano “teatro”, e spazi parrocchiali.

La stagione 2010 inizia sabato 27 febbraio alle ore 21 al Circolo “Pro Parma” a Moletolo.

La stagione apre con un recital di poesie e storie in dialetto medesanese tratte dal libro “El Ravizi” dell’ attore, regista, commediografo e poeta Enrico Iori, il 19 febbraio alle ore 18, il libro di Iori verrà presentato alla libreria Fiaccadori in via al Duomo.

La serata vedrà la partecipazione, oltre che dello stesso Iori, di attori delle altre compagnie dialettali aderenti alla Consulta: da Anna Maria Dall'Argine Presidente della Famija Pramzana, a Enrico Maletti, Carlo Vismara e Luigi Sturma.

La serata apre una stagione che toccherà 35 spazi con 35 spettacoli dialettali e musicali nei diversi quartieri della città e negli spazi aperti durante l’estate.
Per info sito:
www.parmaindialetto.com.
Tutte gli appuntamenti sono, come sempre, ad ingresso libero.
(Nelle foto; 1) Franco Ferrari e Enrico Iori, 2) Enrico Maletti, 3) Anna Maria Dall'Argine.)


venerdì 12 febbraio 2010

Il Pagéli di Crozè in djalètt Pramzàn testo pubblicato sulla Gazzetta di Parma del 12 febbraio 2010




(Testo solo in dialetto Parmigiano)

Pärma Inter 1-1

Mirànt nóv : la perfisjón la gh’ sarìss städa sa ’n t’aviss ciapè gnànca un gol, mo t’é fat ‘na partìda strepitóza listés, con ‘na cälma impresjonanta ! Bravo e po’ bravo ancòrra

Zacärd sèt : ancòrra un pò äd velocitè da recuperär rispét a du méz fa, però caplón a sämma su la bón’na sträda

Dellafiore nóv : la pù béla partìda con la crozäda adòs, Milito l’ha vìsst la bala in-t-al sòt’pasag’, anca lù con ‘na cälma olimpica !

Lucaréli sèt : ooooooooh là, al Lucaréli ch’ a ’s piäz a nojätor, certo botonè bombén mo d’ätra pärta lilór j’én di cliént nojóz mìga da rìddor, a tùtt il manéri prestasjón coi barbìz tùtta caràtor e inteligénsa tatica

Castlén òt : bravo Pavlén, t’è fat s’sànta e s’sànta con Maicon e n’é mìga roba da tùtt i dì, pianén pianén dopa al dizàstor con la Juve tè ’t zi drè arpiclär ( di vè e al barbér ? )

Valiàn òt : che grénta che corsa che impìggn ! Adésa tira via col look inguardàbil a la Lupatéli e a ’t zi apòst !

Morón déz : l’éra un po’ ch’ a gh’ l’äva in sacósa al déz p’r al capitàn con la vója äd tirärol fóra che guai, e vèddol chi ! Partida da capitàn, spiegasjón fnìda ! Déz !

Galloppa séz : äd stìmma, parchè a pära ch’ a ‘t ghàbi il móji in-t-il scärpi, invéci che stopär la bala la ’t rimbälsa sémpor a déz mèttor e trach, bala persa ! Próva con un po’ äd vinavil s’ la sta pu tacäda

Jimenez nóv : al déz jerdlà l’é p’r al capitan e basta, mo ragas che bél zugadór chilù, do pantofli in-t-i pè, témp giùsst, pozisjón dribbling, insòmma un piazér par j’òc’

Biabiany nóv : chi du pingajón li a ’t gh’é fat tirär fóra la lénngua socuanti volti ah ? Che béla partìda anca par col ragas chi, al paräva un gat in méza a di elefant, a gh’ blizgäva via dapartùtt

Bojinov nóv : al gol al basta p’r al vót mo anca p’r al bulgaro l’arpiclamént l’é stè abastansa evidént, avanti acsì ch’ a ’t manca ancòrra sìnch o séz gol andär in fonda

Guidolin déz : oh là Mìsster, pärsa par pärsa con ch’ il scuädri chi a gh’ vól dal corag’ ! Vìsst ? Trej pónti e i’ s ténon pù posìbbil lontan da l’àrea ! Bravo bravo bravo ! Al salam a gh’ piäzol ch’ al faga l’ òli o un po pù frèssch ?

Francesco Canali e i so amigh déz : par ch’ il belìssimi parsón’ni chi, sarcämma par col ch’ a podämma äd partecipär tùtt cuant, fämma in manéra ch’ a sia tùtta Pärma a zburlär Francesco a New York par man di so amigh, magàra p’r un tòch äd la corsa con la crozäda adòs! Forsa ragas e CARICA CROCIATI !
(Tgnèmmos vìsst)
(Pramzàn dal sas)

Da "La Compagnia i Burattini dei Ferrari" riceviamo e pubblichiamo.

La Compagnia I Burattini dei Ferrari
è lieta di invitarVi
al Teatro Museo Giordano Ferrari -
il castello dei burattini
via Melloni, 3 Parma

Domenica 14 febbraio 2010 ore 15.30


Il Castello dei Burattini / Museo Giordano
Ferrari partecipa all'iniziativa promossa dal
Ministero per i Beni e le Attività Culturali La
cultura fa bene all'amore: sabato 13 e domenica
14 febbraio in tutti i luoghi della cultura
statali si potrà entrare in due con un solo
biglietto.

" LA FAVOLA DELLE TESTE DI LEGNO"
Storia dell'animazione dalle origini ad oggi in forma teatrale

Vi attendiamo
Daniela & Giordano Ferrari

mercoledì 10 febbraio 2010

Tutto pronto per il 22° carnevale A.N.S.P.I. cittadino

(Testo blu in Italiano)
Sabato 13 febbraio si rinnova l’annuale appuntamento del Carnevale ANSPI, con il raduno di maschere e carri in piazza Duomo alle ore 14.30 e partenza alle ore 15, per la tradizionale sfilata per le vie del centro, con conclusione in Cittadella.
La sfilata sarà composta da 13 carri allegorici, dei Circoli A.N.S.P.I., di Sorbolo, Porporano, S. Leonardo, Cristo Risorto, Beato Cardinal Ferrari, Vigatto, Mezzano Inferiore, Baganzola, Coenzo, Casale di Mezzani e Crocetta, e di qualche gruppo mascherato. Anche quest’ anno non vedrà solo curiosi spettatori, ma farà dei più i veri attori della festa, perché la simpatia seriosa e stupita dei bambini e dei gruppi mascherati offrirà a tutti lo stimolo e l’ invito a partecipare alla gioia spensierata di un pomeriggio di divertimento insieme ai tanti che hanno lavorato per realizzare una festa ricca di coriandoli, colori e personaggi irreali, simpatici, ironici.
In Cittadella, alla conclusione della sfilata, aperta ed allietata dalla New Band Cesare Pattacini di Montechiarugolo con majorettes, la maschera di Parma, Al Dsèvod, presidente della giuria formata da rappresentanti delle istituzioni, da sportivi e da giornalisti, premierà i carri e i gruppi mascherati partecipanti, proclamerà il carro vincitore della sfilata e incoronerà il Re e la Regina del Carnevale 2010.
Nel caso in cui il maltempo impedisse lo svolgimento della sfilata, la festa verrà rinviata a sabato 20 febbraio.

(Testo giallo dialetto Parmigiano)
Tutt pront p’r al 22° carnväl citadén

Sabot 13 farvär a’s rinóva l’annuä apontamént dal Carneväl ANSPI, con al raduno dil
masscri e di car in pjasa dal Dòm alj ori 14.30 e parténsa alj ori 15, par la tradisjonäla sfiläda p’r il strädi dal céntor, con concluzjón in Citadéla.
La sfiläda la srà composta da 13 car alegòrich, di Circol A.N.S.P.I., äd Sòrbol, Porporàn, S. Leonärd, Cristo Risorto, Beato Cardinäl Feräri, Vigat, Mzàn Inferiór, Bagansóla, Coénsi, Casäl d’ Mzàn e Crozètta, e socuànt grup mascherè. Anca s’t’ an’ a ‘n vedrà mìga sol curjóz spetator, mo farà äd pù i vér ator ädla fésta, parchè la simpatìa serióza e zbalordìda di putén e di grup mascherè l’offrirà a tutt al stìmmol e l’ invid a partecipär ala giòia spensieräda d’un dopmezdì äd divartimént insèmma ai tanti ch’ j han lavorè par realizär ‘na fésta rìcca äd coriàndol, color e parsonàg’ irreäl, simpàtich, irònich.
In Citadéla, ala concluzjón ädla sfiläda, avèrta e alietäda da la New Band Cesare Pattacini äd Monc’rùggol con majorettes, la mascra äd Pärma, al Dsèvod, presidént ädla giuria formäda da rapreszentànt dilj istitusjón, da sportiv e da giornalìssta, premiarà i car e i grupp mascherè partecipant, e i car vincitor ädla sfiläda e incoronarà al Re e la Regén’na dal Carneväl 2010.
(Pramzàn dal sas)
(Tgnèmmos vìsst)


lunedì 8 febbraio 2010

Il Pagéli di Crozè in djalètt Pramzàn testo pubblicato sulla Gazzetta di Parma del 8 febbraio 2010











(Testo solo in dialetto Parmigiano)
Palèrom Pärma 2-1

Mirant sèt : la solita tiritéla da du méz a sta pärta, al pù bón dal Pärma l’é al portér, fì vù cme sämma mìs

Zacärd cuàtor : né cärna né pèss jerdlà sira ! Al gol äd l’ex a ’l l’äva béle sconsumè a l’andäda, jerdlà l’à fat ädla confuzión e basta

Paci séz : cuand a ‘t pasäva ataca Miccoli a paräva äd vèddor un cartón animè, e tutt somè té ’t la si caväda bén bombén, purtop a ‘n t’è gh’ sarè miga con l’Inter

Panucci cuàtor : la sensasjón purtròp l’é ch’ al zùga con la lénngua fóra, sémp’r in ritärd äd cól méz second äd cól méz mèttor che in seria A a vól dir ciapär gol o andär in dificoltè ogni asjón, e l’é còl che puntualmént a sucéda

Castlén séz : partìda äd gran corsa, i solit parècc’ cròss zbalè o adòs al tarsén, mo un assist da gran zugadór insìmma al gol ! Però Pavlén a ’t gh’é di cavjì che ormäj i né ’s pólon pù vèddor

Valiàn cuator : boh j’ àn dit ch’ l’ à fat ‘na gran partìda, second mi invéci l’é stè l’esat conträri, sperämma che al so standard al né sia miga còsste chi sionò a sämma a post

Morón cuàtor : Stefano che confuzjón cära al me ragas, a ’n m’ insògn gnànca äd tocär l’impìggn e la grénta, mo adésa cme adésa da la tò esperjènsa a gh’ vrìss anca un po’ äd maruga lì in méza

Dzemaili déz : l’é un vot d’avgùrri, cuand ò vìsst cól znòc’ lì cme al s’é pighè, a j ò sintì mäl mi fa tì ! In bocca al lupo lòmo dai ch’ a ’t spetämma

Jimenez sìncov : a ’s vädda che al repertòri al gh’é, sperämma che i strumént par sonärol in sjon miga ruznì parchè jerdlà l’éra fóra dal zógh miga da rìddor

Lunardén cuàtor : a mi da crèddor, ch’ a ‘m dispiäz da mat där di brut vot a cól ragas chi ch’ l’é un ragas ecesjonäl, ma ragas, l’é cme un ciao ch’ al ‘s cata in méza a la pissta al Mugello

Galloppa dù : s’al n’ avìss miga protestè un pär äd volti al né ’s sarìss mäj vìsst ! Caduta libera da un bél po’, sperämma ch’ al sia rivè in fónda e ch’ al faga un bél rimbäls

Biabiany òt : butè da lù in-t-al Colosseo, a ’s l’é caväda cme un león, miga cme al Leòn äd l’an’ pasè ! Bravìssim, bravìssim dabón purtrop al n’é miga bastè

Guidolin zéro : oh Don adésa basta con chi zéro chi, che va bén stagionär i salam, mo dòpa si dvénton trop dur in van gnàn pù bén da magnär ! Don magnär dil bistècchi äd león porca äd ‘na mizérja ! Coràg’ coràg’ e coràg’, la paura lasärla a cà sionò l’é nota fonda
(Tgnèmmos vìsst)
(Pramzàn dal sas)
(Testi di Crociato 63)
(Correzzione ortografica a cura di Enrico Maletti)


giovedì 4 febbraio 2010


La Compagnia "I Burattini dei Ferrari"
è lieta di invitarVi
al Teatro Museo Giordano Ferrari -

il castello dei burattini via Melloni, 3 - Parma

Domenica 07 febbraio 2010 ore 15.30

" LA FAVOLA DELLE TESTE DI LEGNO"
Storia dell'animazione dalle origini ad oggi in forma teatrale
proiezione del documentario sulla vita dei Ferrari

burattinai da 120 anni 4 generazioni
"The puppeteers"
www.thepuppeteers.net

Vi attendiamo
Daniela & Giordano Ferrari

lunedì 1 febbraio 2010

Domenica 7 febbraio 8° edizione di”Cantainsieme” A.N.S.P.I. nella Parrocchia di S.Paolo in via Granoble.Sabato 13 febbraio 22° edizione del carnevale



(Testo blu in Italiano)
Due settimane di intenso lavoro per gli oratori di Parma e provincia A.N.S.P.I., l’associazione che si occupa dei circoli degli oratori. Domenica 7 gennaio ore 16, nella Parrocchia di San Paolo in via Grenoble, si svolgerà, organizzato dal CE.S.M.A. (Centro Studi Musicali dell’ANSPI), l’ottava edizione del “Cantainsieme” , dove si esibiranno bambini dai 3 ai 13 anni in brani in diretta, parteciperanno come al solito anche alcuni cori, l’edizione dello scorso anno ha visto la partecipazione di un centinaio di bambini, frà le tre categorie e i cori. La manifestazione giunta all’ottava edizione, sarà quest’ anno arricchita da una grande novità, lo spettacolo verrà interamente ripreso dalla emittente “Giovanni Paolo TV”, prima TV Parrocchiale in Italia, che ha avuto il battesimo la settimana scorsa proprio nella Parrocchia di San Paolo. L’altra attesa manifestazione è la 22° edizione del carnevale A.N.S.P.I. dove quest’anno hanno già aderito una dozzina di carri allegorici delle varie Parrocchie della Provincia. La sfilata sarà aperta dalla New Band Cesare Pattacini di Montechiarugolo, una quarantina di elementi tra suonatori e majorettes,. Il percorso rimane quello collaudato negli ultimi anni, cioè da piazza Duomo per via al Duomo, via Cavour, piazza Garibaldi, via Farini, viale Martiri della Libertà, via Passo Buole, alla Cittadella. La manifestazione si svolgerà secondo il seguente programma
Ore 14,30 raduno dei carri e dei partecipanti in piazza Duomo, dove si formerà il corteo mascherato. Ore 14,45/15,00 partenza del corteo, preceduto dalla “New Band Cesare Pattacini” di Montechiarugolo con majorettes. Di seguito si uniranno i carri allegorici e gruppi mascherati che sfileranno in corteo lungo il percorso. Ore 16.00 arrivo del corteo in Cittadella dove si terrà la premiazione dei gruppi e delle
maschere più rappresentative. Saranno presenti in giuria, lo Dsèvvod, maschera di
Parma, consiglieri Comunali e Regionali.
In caso di maltempo la festa verrà rinviata a sabato 20 febbraio

(Testo giallo dialetto Parmigiano)
Doménica 7 znär 8° edisjón dal”Cantainsieme” A.N.S.P.I. in-t-la Paròchia äd S.Pavol in via Granoble. Sàbot 13 znär la 22° edisjón dal carnväl A.N.S.P.I.
Dò stmàni d’inténs lavor p’r j oratòri äd Pärma e provincia A.N.S.P.I., l’asociasjón ch’ l’a s’ ocupa dei cìrcol e di oratòri. Doménica 7 znär óri 16, in-t-la Paròchia äd San Pàvol in via Grenoble, a gh’ sarà, organizè dal CE.S.M.A. (Centro Studi Musicali dell’ANSPI) l’otäva edisjón dal “Cantainsieme” , indò s’ esibirà di putén dai 3 ai 13 ànii in canson in diréta, parteciprà cme al solit anca socuant cor, l’edisjón äd l’an’ pasè l’à visst la partecipasjón d’un sentonär äd putén, frà il trèj categorìj e i cor. La manifestasjón ch’ l’è riväda a l’otäva edisjón, la srà st’an’ arichida da ‘na gran novitè, al spetacol al srà interamént ripréz dala emitént “Zvàn Pàvol TV”, prìmma TV Parochiäla in Itàlja, ch’ l’à gh’à avù al batézim la stmana pasäda pròprja in-t-la Parochia äd San Pàvol. L’ätra atéza manifestasjón l’é la 22° edisjón dal carnväl A.N.S.P.I. indò st’an’ a zamò aderì ‘na dozén’na äd car alegòrich dil vari Paròchìj ädla Provìncia. La sfiläda la srà avärta dala New Band Cesare Patacén äd Monc’rùggol, ‘na cuarantén’na d’ elemént tra sonadór e majorettes, Al parcors al résta còll colaudè in-t-i ultm àni, cioè da pjasa dal Dòm par via al Dòm, via Cavour, pjasa Garibäldi, via Farini, vjäl Martiri ädla Libartè, via Passo Buole, ala Citadéla. La manifestasjón l’a srà second al seguént progràma
Óri 14,30 radun di car e di partecipànt in pjasa dal Dòm, indò a ‘s formarà al cortéo mascherè. Óri 14,45/15,00 parténsa dal cortéo, precedù dalla “New Band Cesare Patacén” äd Monc’rùggol con majorettes. Dòpa a rivarà insèmma i car alegòrich e i grupp mascherè ch’i sfilaràn in cortéo lóngh al parcors.
Óri 16.00 ariv dal cortéo in Citadéla indò a gh’ sarà la premiasjón di grupp e dìl mascarén’ni pù raprezentatìvi. Srà prezént in giuria, al Dsèvvod, mascra äd Pärma, di consjér Comunäl e Regionäl.
In cäz äd maltémp la fésta l’a srà rinviäda a sàbot 20 farvär
(Tgnèmmos vìsst)
(Pramzàn dal sas)
(Nelle foto: 1) il Vescovo di Parma Monsignor Solmi mentre taglia il nastro all'innaugurazione dell'emittente Giovanno Paolo TV nella Parrocchia di San Paolo, 2) un coro che si è esibito al "Cantainsieme" del 2008, 3) Enrico Maletti che conduce il "Cantainsieme" fin dalla prima edizione nel 2003, con due piccoli partecipanti alla manifestazione, 4 e 5) due foto di carri allegorici del carnevale A.N.S.P.I. dell'anno scorso all'arrivo in Cittadella.)