Estratto di un minuto del doppiaggio in dialetto parmigiano, realizzato nell'estate del 1996, tratto dal film "Ombre rosse" (1939) di John Ford. La voce di Ringo (John Wayne) è di Enrico Maletti


Con la qualità non si scherza. Parola di Enrico Maletti

PARMAINDIALETTO Tv


Tgnèmmos vìsst
Al salùt pramzàn äd parmaindialetto.blogspot.com

“Parmaindialetto” è nato il 31 luglio del 2004. Quest’anno compie 13 anni

“Parmaindialetto” l’é nasù al 31 lùjj dal 2004. St’an’ al compìssa 13 an’

Per comunicare con "Parmaindialetto" e-mail parmaindialetto@gmail.com

L’ UNICA SEDE DI “Parmaindialetto” SI TROVA A PARMA “PÄRMA”.







martedì 30 novembre 2010

Il Pagéli di Crozè in djalètt Pramzàn, testo pubblicato sulla "Gazzetta di Parma" del 30 novembre 2010














(Testo solo in dialetto Parmigiano)
Inter Parma 5-2

Mirànt cuàtor : fòrsi l’é la prìmma insuficénsa da l’inissi äd l’an’, ma ch’ l’usìda sénsa maròlla sul cuärt gol l’à dè al colp äd grasja al speransi, e pò con la crozäda un portér pròprja a ’n gh’al vèdd miga

Zacärd sìncov : la solita solfa, trop piantè dardè, trop da tirär la carètta, e ala fén poch äd bón sia davanti che dardè, fin adésa second mi té ’t si divartì poch o njénta

Palètta cuàtor : l’é riväda anca par tì la partidàsa, sìnc gol ciapè pu o meno d’ in méza a l’area, p’r un centräl vól dir ch’ a t’è balè e miga poch, unica còza béla l’é städa la ghéga ch’ a t’è arfilè a Materazzi

Lucaréli cuator : par condicio con Palètta, cuat’r e cuat’r òt ! Sémp’r in ritärdi anca sa gh’é da dir che cuand a manca Morón al filtor a metè camp l’é un colabròd pu che un filtor

Antonéli zéro : a t’è fat dvintär decizìv Biabiany fa tì, certo ch’i l’àn capì tutt fóra che vón ch ’a ‘t gh’è da zugär trenta met’r avanti.

Gobbi zéro : e anca ti i l’àn capì tutt fóra che vón ch’a ‘t gh’è da zugär trenta met’r indrè, acsì l’é ‘na figura da cicolatén ogni domenica ! Próva a färogh telefonär da Prandéli che magàra sa gh’ al dìz lù al gh’ é crèdda

Angelo òt : cross, päl tutt fat bén, ansi benìssim. Dai che vón ala volta al vé càta la pozisjón giùssta, Mirànt par forsa, Hernan a ’s la cata da lù, pò té gh’ si tì, a gh’ n’in résta ätr’òt ! sèmma un pò in ritärd ? Apén’na un pò ah !

Dzemaili zéro : in do al zughè ? Davanti ala diféza, in méza, a déstra, a mansén’na ? Ansi a dirla tùtta, indò é ch’al zuga äd solit, no parchè mi à n’ò ancòrra capì che zugadór al sia chilù, median, mézäla, méza pónta, se cualchidón al l’à capì ch’ am manda un sms grasja

Candreva dù : anca chilù, che ról gh’al in- t-na scuädra ? Boh, n’ätor mistero miga da rìddor

Giovinco zéro : se chilù l’é un lusso p’r al Pärma, cära al me Leonärdi nojätor sämma abituè al formaj pramzàn e al parsùtt, lusso pòch sostansa tanta, äd chi lusso chi a fämma anca a meno che chi gh’é da fär ädla lèggna e miga dil ciac’ri e gnànca al balètt !

Hernan déz : un campjón, un fenomeno, äd n’ätor pianeta, Hernan a j’ò fnì il paroli par tì, zugadór e parsón’na äd n’ätra categoria ! Imparì tutt da lu, tutt cuant in camp e fóra !

Marino du : du vót par la sfortón’na, ma scuädra ancòrra ‘na volta mìssa in camp ch’ l’é méj lasär pèrdor, a gh’ próv ancòrra ‘na volta Mìsster, Antonéli e Gobbi i vólon scambiè, zóntär un difensór a ’n vól miga dir paura, a vól dir conisjón e bón séns, acsì anca Zacärd al pól zburlär e sämma pu cuatè, e pò basta sionò al Pärma a gh’ tòcca pagärom la consulénsa, ma la ’n va mìga bén par njént.

Tifóz zéro : béla figura al “zoccolo duro” e tutt j’amigh äd “viti e bulloni”, 10.400 abonè tesrè e 200 a San Siro, al du par sént ! A gh’é pù génta cuand a fì il vòstri sén’ni, còl lì a sì bón äd fär…. a fì rìddor, ansi fì cridär… mo dabón !
(Pramzàn dal sas)
(Tgnèmmos vìsst)
(Testo di Crociato 63)

(Correzione ortografica a cura di Enrico Maletti)

lunedì 29 novembre 2010

Tradizioni leggende e sapori nel secondo volume di Lorenzo Sartorio, da domani in edicola con la Gazzetta di Parma

(Testo blu in Italiano)
E’ in uscita nelle edicole al prezzo di 8,80 euro oltre il prezzo della Gazzetta di Parma il secondo libro del “Natale Parmigiano” di Lorenzo Sartorio.
Dopo il successo avuto lo scorso anno nella prima edizione, il libro si presenta in elegante veste grafica, (Tecnografica editrice) ed è impreziosito da illustrazioni Natalizie di altri tempi e dai disegni di Peppo Monica che non poteva mancare ad arricchire le stampe del libro. Simpatica la storia dei presepi, delle storie di emigrazioni e dei Natali di una volta dei nostri emigrati, la descrizione della casa di una volta, il libro è arricchito di tanti altri argomenti e non poteva mancare l’argomento dialetto tanto amato e difeso dal giornalista Lorenzo Sartorio.

Quindi se i Parmigiani vogliono arricchire la propria bibblioteca di casa di “Parmigianità” consigliamo di andare in edicola e di acquistare il secondo libro del Natale Parmigiano.
(Testo giallo dialetto Parmigiano)
Tradisjón legéndi e savor in-t-al second lìbbor äd Lorenzo Sartorio, con la Gazètta äd Pärma
L’é drè gnìr fora in-t-tilj edìccoli al prési d’ 8,80 evro oltra al prési ädla Gazètta äd Pärma al second lìbbor dal “Nadäl Pramzàn” äd Lorenzo Sartorio.
Dopa al sucés avut l’ an’ pasè in-t-la prìmma edisjón, al lìbbor al s’ prezénta in-t-n’ elegànta vésta grafica, (Tecnografica editrice) e l’é impresjosì da ilustrasjón Natalìssi d’ ätor témp e dai disègn äd Peppo Monica ch’al né podäva mìga mancär a arichir il stampi dal lìbbor. Simpatica l’é la stòrja di prezépi, dil storjj d’ emigrasjón e di Nadäl äd ‘na volta di nostor emigrè, la descrisjón äd la cà ‘d ‘na volta, al lìbbor l’é arichì äd tant ätor argomént e a ‘n podäva mìga mancär l’argomént dal djalètt tànt amè e diféz dal giornalìssta Lorenzo Sartorio.

Perciò se i Pramzàn i volon arichir la pròprja biblioteca äd cà äd “Parmigianitè” consilièmma d’ andär in edìccola e comprär al second lìbbor dal Nadäl Pramzàn.
(Pramzàn dal sas)
(Tgnèmmos vìsst)
(Nelle foto: 1) La copertina del libro, 2) il giornalista Lorenzo Sartorio.)

Dal Forum delle Associazioni Culturali Parmensi, riceviamo e pubblichiamo.














Il Circolo Culturale “ Sandro Pertini ”
Realizza

presso L’Oratorio di S. Ilario in Str, D’Azeglio
la
VI° EDIZIONE DEL PRESEPE
Con il patrocinio di:
Comune di Parma:
Assessorato alle attività commerciali e artigianali

ASCOM Parma : CONFCOMMERCIO
ufficio sviluppo

Forum delle Associazioni Culturali Parmensi

Invito

La S.V. alla inaugurazione della sesta edizione del presepe presso
L’Oratorio di S. Ilario Domenica 05 Dicembre 2010 alle ore 10,30

Presenzieranno:
l’Assessore alle attività Commerciali e Artigianali del Comune di Parma dr. Paolo Zoni


La dirigente ufficio sviluppo di ASCOM Parma, CONFCOMMERCIO dott.ssa Cristina Mazza


Impreziosirà l’evento il coro “Mary Angel Choir”diretto dalla Maestra Mariangela Bazoni,
seguirà un brindisi benaugurate alle imminenti festività.
Il Presidente.
Ermes Ghirardi

mercoledì 24 novembre 2010

Dalla Presidente della "Famìja Pramzàna" Anna Dall'Argine riceviamo e pubblichiamo


Faccio seguito all'invito inoltrato in data odierna, 23 novembre 2010 per comunicare che, per motivi organizzativi la Conferenza Stampa di Famija Pramzana è rinviata in data da destinarsi.
Scusandomi, ringrazio e porgo i miei cordiali saluti

Il Presidente
Anna Maria Dall'Argine

lunedì 29 novembre nella sede della "Famìja Pramzàna" presentazione alla cittadinanza parmigiana del nuovo costume della maschera “Al Dsèvvod”.


Confermata la Conferenza Stampa che la Famija Pramzana organizza, presso la propria sede in Viale Vittoria 4, alle ore 10.30 di lunedì 29 c.m., allo scopo di presentare alla cittadinanza parmigiana il nuovo costume della storica maschera “Al Dsèvvod”.
In tale occasione, si ringrazieranno gli Enti, le Associazioni ed i privati che, proprio in virtù della loro generosità, hanno contribuito economicamente alla realizzazione del costume;saranno esposte, inoltre, le diverse iniziative promosse dalla Famija durante il periodo natalizio e post natalizio come la distribuzione del Cestén 'd Nadäl, la Strenna in DVD ed il conferimento della Scarpèta Dòra durante la Cena di S.Ilario.
Saranno presenti molte autorità cittadine.
(Nella foto di Cristina Cabassa: Maurizio Trapelli nelle vesti dello maschera Dsèvvod, Davide Mengacci conduttore della trasmissione TV su Rete 4 "Ricette di Famiglia", Enrico Maletti e Renzo Oddi di Parmaindialetto e Parma Nostra, in piazza Garibaldi durante una pausa della registrazione della trasmissione di Mengacci svoltasi il 2 ottobre 2010).

lunedì 22 novembre 2010

Il Pagéli di Crozè in djalètt Pramzàn, testo pubblicato sulla "Gazzetta di Parma" del 23 novembre 2010











(Testo solo in dialetto Parmigiano)
Pärma Lasjo 1-1
Crespo: al pu bon di Crozè in camp par Pärma Lasjo

Mirànt séz : Antonéli prìmma al t’à salvè e dòpa al t’à freghè, l’é ‘na storia curióza anca còssta chi ah

Zacärd séz : un pò pù alégor che j ultmi partìdi, mo col gol magnè in fónda l’é stè trop clamoróz, e al sarìss stè un gol da trì pónt cuäzi sicuramént

Paci sìncov : porta fóra Lucaréli a magnär e päga ti Massimo parchè Floccari al t’à fat ciapär ‘na rumba e sa ’n fuss miga stè par Lucaréli al t’arìss fat do peri

Lucaréli òt : basta lézor la pagéla äd Paci e ’s capìssa còssta chi ! Un prìmm témp strepitóz e dù intarvent da Bruce Willis, a l’ùltom second prìmma dal patatrach
Gobbi séz : l’é un vót ala vlontè, ch’ la pära ch’ la n’manca mäj almeno col lì, però a l’ò béle scrìtt anca do fésti indrè, Mìsster, Gobbi al vól fat zugär trénta met’r indrè e Antonéli trénta met’r avanti

Antonéli sèt : sèt parchè al salvatàg’ l’é stè strepitóz, l’autogol sfortón’na e basta, ansi a ’s podrìss drovär anca n’ätra parola ! A tutt il manéri anca chi a vagh adrè ancòrra, chilù a gh’ vól fat fär l’äla ch’al fa stravèddor miga al tarsén

Angelo séz : suficénsa p’r al cross dal gol ch’ l’é stè meraviljóz, p’r al rést pòch o njénta, pu njénta che poch

Dzemaili séz : cme cuantitè njénta da dìr, ma par còl ch’ a dovrìss ésor al sarvél ädla scuädra a gh’ vól la batècca in màn, miga sémpor la vanga dailà

Candréva séz : la corsa l’é drè miljorär, però sémpor col lanción lì, dailà un pò äd fantazia, fat prestär ‘na casètta äd Daolio da cualchidón, mo miga al cantant vè, l’éra un regìssta dal Pärma da chi indrè, al mitich Toscanén

Bojinov zéro : l’é un bél mistero anca col ragas chi, l’an’ ch’ al né ’s fa miga mäl al né va gnànca in forma gnàn par szbalj ! L’é inuttil che pò al faga sìggn äd scrìvvor ala tribuna, l’é la vritè purtrop

Hernan déz : che gol Hernan che gol ! Njént’ ätor ma un gol acsì a gh’ n’é basta par därot un déz, pò un gol fat da ‘na tésta starlisäda (brizzolata) al väla ancòrra äd pù e mi t’ al sé ch’a ‘n väd l’ora äd därot di déz ! Che spetacol !

Marino séz : la fortón’na in-t-al calcio la vol dir bombén ah Mìsster ? Prìmma a ’s catäva su pòch e la giräva tutt mäl, adésa un tir un gol e via ch’a ‘s porta a cà di pónt, méj acsì ah, anca sa sämma ancòrra lontàn da väddor dal spetacol !

Casms e compagnia béla sénsa vot : a n’ezista miga un vot par dir a che livél äd vargòggna la riva sta génta, sóra al cont génta ch’ a pagämma nojätor ! A tutt il manéri l’é ‘na discriminasjón clamoróza, mi sa fuss in Vignäli e Bernasól al telefono al tirarìss su a preténdor dil spiegasjón, parchè l’é ‘na VARGÒGGNA INDECÉNTA la decizjón par domenica ch’ vén !
(Pramzàn dal sas)
(Tgnèmmos vìsst)
(Testo di Crociato 63)

(Correzione orografica a cura di Enrico Maletti)

giovedì 18 novembre 2010

La prima settimana di dicembre il via alla “Nuova Ghiaia”


(Clicca per ingrandire le foto)
(Testo blu in Italiano)
Pietro Vignali , Sindaco di Parma, ha annunciato l’apertura della “Nuova Ghiaia” per la prima settimana di dicembre. Il taglio del nastro è fissato per domenica 5 dicembre, in tempo per i primi acquisti di Natale. Dopo tre anni di lavori un primo pezzo del mercato tanto caro ai Parmigiani, verrà riconsegnato ai cittadini Ducali.

L’Assessore al Commercio Paolo Zoni ha dichiarato che in quel periodo riapriranno definitivamente anche i negozi sistemati sotto viale Mariotti, gli altri che stanno completando gli allestimenti apriranno con l’inizio del 2011. Sempre per il periodo Natalizio per tutto il mese di dicembre avrà luogo sulla piazza una serie di mercatini giornalieri organizzati dal Comune con le associazioni di categorie Ascom e Confesercenti.

Con l’inizio dell’anno nuovo tornerà nella piazza l’ormai secolare mercatino bisettimanale al mercoledi e al sabato. Si trattera di attendere la primavera per l’apertura dei negozi posti al piano inferiore non ancora pronti sono gli impianti tecnologici. Con l’apertura della “Nuova Ghiaia”, ha dichiarato Vignali, viene restituito ai Parmigiani un tassello importante per il rilancio del commercio del mercato che è sempre stato il cuore del commercio nel centro della città.


(Testo giallo dialetto Parmigiano)
La prìmma stmana äd dzémbor al via ala “Nóva Gèra”

Pédor Vignäli , Sinndich äd Pärma, l’à anuncè l’apertura ädla “Nóva Gèra” par la prìmma stmana äd dzémbor. Al taj dal nastor l’é fisè par domenica 5 dzémbor, in témp p’r i prìmm acuist äd Nadäl. Dòpa tri ani äd lavor un prìmm tòch dal marchè tant cär ai Pramzàn, al srà riconsegnè ai citadén Ducäl.

L’Asesor al Comerc’ Pàvol Zoni l’à dichiarè che in còll perìod arvirà definitivamént anca i negosi sistemè sòtta vjäl Mariòtt, ch’ j’ ätor ch’ j’ én drè a completär j alestimént j arviràn con l’inìssi dal 2011. Sémppr p’r al period Natalìssi par tutt al méz äd dzémbor a gh’ sarà in-t-la pjàsa ‘na serja äd mercatén giornaliér organizè dal Cmón con ilj asociasjón äd categorìa Ascom e Confesarcént.

Con l’inìssi äd l’an’ nóv tornarà in-t-la pjasa l’ormäi secolór mercatén bisettimanäl al marcordi e al sabat. Pò in primavéra a gh’ sarà l’apertura dil botéghi al pjan sòtta, parchè mìga ancòrra pront j én j impiant tecnologich. Con l’apertura ädla “Nóva Giära”, l’à dichiarè Vignäli, a vén restitui ai Pramzàn un tasél importànt p’r al rilanc’ dal comèrc’ dal marchè ch’ l’é sémpor stè al cór dal comerc’ in céntor ädla citè.

(Pramzàn dal sas)
(Tgnèmmos vìsst)
(Nelle foto; Piazza Ghiaia vecchia e in ristrutturazione)

mercoledì 17 novembre 2010

Dalla casa editrice Battei riceviamo e pubblichiamo.


INVITO
DOMENICA 21 NOVEMBRE DALLE 9.00 ALLE 12.00
TI ASPETTIAMO ALLA LIBRERIA BATTEI CON IL TUO CANE!


DOMENICA 21 NOVEMBRE, alla LIBRERIA BATTEI DI PARMA, in strada Cavour, partirà la speciale iniziativa “ARCA DI NOÈ”: ciclo di incontri dedicato agli animali da compagnia, ideato da Antonio Battei con la partecipazione dell’Assessorato all’Ambiente del Comune di Parma, della Facoltà di Veterinaria dell’Università di Parma e dell’Ordine dei Medici Veterinari di Parma.

IL PRIMO INCONTRO DI DOMENICA SARÀ RISERVATO ALL’ANIMALE DA COMPAGNIA PIÙ AMATO E DIFFUSO, IL CANE. Dalle 9.00 alle 12.00, tutti i possessori d’un cane sono invitati a recarsi presso la storica libreria Battei di strada Cavour: ad attenderli ci sarà un VETERINARIO, pronto a dispensare consigli e suggerimenti su ogni aspetto della vita del cane, ed un FOTOGRAFO, che scatterà al nostro amico a quattro zampe delle simpatiche fotografie, e le più belle saranno poi pubblicate sul nuovo numero invernale del “Corriere di Parma”, la storica rivista di cultura e attualità pubblicata dalla casa editrice Battei fin dal 1889.

All’incontro sarà presente il promotore dell’iniziativa Antonio Battei, con l’assessore Cristina Sassi, il preside della Facoltà di Veterinaria prof. Attilio Corradi e il presidente dell’Ordine dei Medici Veterinari di Parma prof. Stefano Zanichelli.

Domenica, insieme agli appuntamenti alla libreria Battei, partirà anche una CAMPAGNA DI RACCOLTA FIRME CONTRO LA RECENTE NORMATIVA EUROPEA N. 86/609 SULL’UTILIZZO DEGLI ANIMALI PER FINI SCIENTIFICI. Dopo una iniziale e generica limitazione dei test più dolorosi e all'utilizzo delle cavie solo nei casi necessari, il testo elenca una lunga serie di deroghe per “esigenze scientifiche”, che prevedono l'utilizzo di animali in via d’estinzione catturati in natura, come scimpanzé e gorilla, o di animali randagi come gatti e cani; la possibilità di utilizzare lo stesso animale più volte; la possibilità di utilizzare per la soppressione delle cavie procedure certamente pratiche ed economiche (come l’utilizzo di anidride
carbonica), ma che provocano un’elevata e prolungata sofferenza, fino alla possibilità di effettuare varie procedure senza anestesia.
La campagna di raccolta firme è volta alla sottoscrizione del manifesto La coscienza degli animali (www.lacoscienzadeglianimali.it) lanciato da Umberto Veronesi e dal ministro Michela Vittoria Brambilla. L’obiettivo è quello di far sì che il Governo, nell’iter di recepimento nazionale della direttiva, si impegni a inserire disposizioni restrittive che promuovano, almeno nel nostro Paese, metodi di ricerca che non prevedano l’uso degli animali.
Sarà possibile firmare il manifesto oltre che nel corso degli incontri in calendario alla libreria Battei, anche al canile comunale “Lilli il vagabondo”. Le firme raccolte saranno poi inviate al ministro Brambilla.

I prossimi appuntamenti, sempre di domenica alla libreria Battei, saranno dedicati ai gatti e agli animali esotici. Per informazioni: libreria Battei, 0521233733 libreria@battei.it – casa editrice Battei,
0521231291 casaeditrice@battei.it
______________________________
LIBRERIA BATTEI
Strada Cavour, 5/c - 43121 Parma
Tel. / fax 0521 233733
libreria@battei.it
http://www.battei.it/


______________________________
CASA EDITRICE BATTEI
Borgo S.ta Brigida, 1 - 43121 Parma
Tel. / fax 0521 231291
casaeditrice@battei.it
http://www.battei.it/
(Nella foto, Briciola di Parmaindialetto)

lunedì 15 novembre 2010

Il Pagéli di Crozè in djalètt Pramzàn, testo pubblicato sulla "Gazzetta di Parma" del 16 novembre 2010













(Testo solo in dialetto Parmigiano)
Bäri Pärma 0-1

Mirànt sèt : in-t-al finäl con tutt in bambola, ‘na béla paräda e n’usìda con un coràg’ ecesjonäl par där la zvelja a tutt e sarär su i cónt

Zacärd séz : cme al solit mancè bombén dardè, al prìmm témp col nigrètt a ’t gh’è avù da fär mo col mestér t’é sémpor fat la tòvva

Paci séz : sul rigór tròp materiäl però zugär atàca a Palètta n’é miga mäl ah ?

Palètta déz : a gh’éra anca la lode, pchè par l’amonisjón, a tutt il manéri l’éra dai témp äd Gigi Apolloni ch’ an vdäva un centräl acsì fort, chilù l’é bón dabón ah !

Gobbi séz : oooohhhh là, second mi l’é al prìmm séz ch’ a gh’ dàgh da l’inìssi äd l’an’, partìda discreta vint mèttor indrè ! Mìsster a gh’ pòsja där un consìlli ? Ch’ al próva a scambiär Antonéli e Gobbi, no parchè j’én tutt dù fóra pozisjón ah ?

Valiàn òt : al pu bón in camp dal Pärma l’é drè tornär al Valiàn äd l’an’ pasè, ‘na corsa impresjonanta e ‘na discreta cualitè ! Adésa però fala durär sta forma chi m’arcmand

Morón séz : con ch’ la corsa da Charlie Chaplin lì, second mi a ’t dè un fastìddi a zugärot contra, a tè gh’ si sémp’r adòs semp’r adòs semp’r adòs ! Miga molär Capitàn miga molär

Dzemaili sìncov : dailà mo che conisjón tra ti e Paci sul rigór, ma mi digh a ’s fani chjli enträdi lì in area ?

Candreva déz : oh a pärta al gol poch o njénta eh, ma dato ch’ l’é stè un caplavór e l’à frutè trì pónt chi välon cme séz, al masim di vót anca p’r incoragiamént ! Dai animo dai su

Marques séz : un pär äd cròss interesant, compréz còl dal gol ! Di mo co gh’ ät dìtt a col là ch’ al té vräva stacär il gambi ?

Hernan sìncov : Hernan porco d’un mond mo un gol acsì a n’al zbaljäva gnanca Marco De Rosa, vón di magnadór äd gol pù famóz ädla provincia, anca se a dir la vritè un cuälch balón al la casäva anca déntor

Marino séz : oh Mìsster portämma a cà chi sèz pónt chi e pedalär mo a gh’ sämma ancòrra lontàn da cuél äd decént ah ? A m’arcmand ch’ al sia un pónt äd parténsa e miga d’arìv !

Socetè zéro : a ’m dispiäz mo gnan ‘na parola gnanca vùnna su còl ch’é sucés giovedì sìra, né prìmma né dòpa l’é mancansa äd rispét totäl p’r i tifóz, anca p’r i dorìan che prìmma a gh’ i vindù i biljètt sénsa poderja fär enträr ! I tifóz éni da lissär sól cuand i gh’àn da fär j’abonamént e basta ? A ‘n gh’ sämma miga, gnanca un po ! Zéro !
(Pramzàn dal sas)
(Tgnèmmos vìsst)
(Testo di Crociato 63)
(Correzione ortografica a cura di Enrico Maletti)

sabato 13 novembre 2010

Presentato il lunario Parmigiano 2011 di “Parma Nostra”

(Clicca sulle foto per ingrandirle)
(Testo blu in Italiano)
In un’Aula Magna dell’Università di Parma gremita di”Pramzàn", è stato presentato il lunario Parmigiano di “Parma Nostra". Dopo gli onori di casa fatti dal Presidente Renzo Oddi, e l'intervento del coro diretto da Beniamina Carretta, è spettato al Professor Giuseppe Benelli Presidente della Deputazione di Storia Patria delle Province Parmensi, Presidente della Fondazione Città di Pontremoli, organizzatrice del Premio Bancarella e Docente Universitario, spiegare il contenuto dello zibaldone Parmigiano.

Erano presenti il Colonnello della Finanza Geremia, per i Comune di Parma gli Assessori Sommi, Pellacini, Lasagna e il Consigliere Ricci, la Presidente della Famìja Pramzàna Anna Dall’Argine, per il Circolo Pertini Ermes Ghirardi, per la Corale Verdi Andrea Rinaldi, per la Fenacom Franco Bia, il giornalista Lorenzo Sartorio, l’arbitro Alberto Michelotti e la maschera di Parma Dsèvvod. Il tutto è stato cucito dalla presentazione di Giuseppe Mezzzadri il quale ha letto alcune spiritose battute su “Scorsamära”, personaggio parmigiano di altri tempi, che lo stesso Mezzadri sta tramandando tramite la sua penna le frasi e le battute che si sentivano nelle vie di Parma fino agli anni del “Mat Sicuri”, di “Stopàj” e del “Gorillo”.

Il piccolo Luca Coscioni, ha letto una poesia in Italiano, dedicata ai nonni, scritta da lui stesso, mentre Enrico Maletti ha declamato tre poesie in dialetto Parmigiano, “Al Camén” di Fausto Bertozzi, “Tramont batù dal sol” di Vittorio Campanini e “Al Brinndiz äd San Silvéstor” di Bruno Pedraneschi, queste ultime due sono pubblicate sul lunario 2011. Interessante è stato l’ intervento del giornalista Pier Paolo Mendogni, che ha letto alcune battute in dialetto scritte da lui stesso che hanno ricordato la sua infanzia vissuta nel quartiere di borgo del Correggio e di via Saffi, cresciuto all’ombra del campanile della Chiesa di San Giovanni. E’ stato ricordato anche Ettore Guatelli inventore del Museo Guatelli di Ozzano Taro e amico di Parma Nostra, nel decennale della Morte. Alla fine il Presidente Oddi ha fatto dono al Professor Benelli di una scultura in bronzo su base di marmo di Carrara fatta dall’artista scultore Parmigiano Maurizio Zaccardi.


(Testo giallo dialetto Parmigiano)
Prezentè al lunäri Pramzàn 2011 äd “Pärma Nostra”
In-t- n’Aula Magna äd l’Univarsità äd Pärma gremìda äd ”Pramzàn, é stè prezentè al lunäri Pramzàn äd “Pärma Nostra 2011. Dopa j onor äd ca fat dal Presidént Renzo Oddi, e l'intarvén dal coro dirét da Beniamina Carretta, è spetè al Profesór Giuseppe Benelli Presidént ädla Deputasjón äd Storia Patria dil Provìnci Parménsi, Presidént ädla Fondasjón Citè äd Pontremoli, organizatora dal Prémi Bancaréla e Docént Univarsitär, spiegär il contenu dal zibaldon Pramzàn.
Gh’éra prezent al Colonel ädla Finansa Geremia, p’r al Cmón ‘d Pärma j Asesor Sommi, Pellacini, Lasagna e al Consjér Ricci, la Presidénta äd la Famìja Pramzàna Anna Dall’Argine, p’r al Circol Pertini Ermes Ghirardi, par la Corale Verdi Andrea Rinaldi, par la Fenacom Franco Bia, al giornalìssta Lorenzo Sartorio, l’arbitro Alberto Michelotti e la mascra äd Pärma al Dsèvvod. Al tutt l’é stè cuzì dala prezentasjón äd Giuseppe Mezzzadri ch’ l’à lizù socuant spiritozi batudi su “Scorsamära”, parsonag’ pramzàn d’ ätor témp, che al stes Mezzadri l’é drè a tramandär con la sò pènna il fräzi e il batudi ch’i ‘s sintìvon in-t-il strädi äd Pärma fin a j àni dal “Mat Sicuri”, äd “Stopàj” e dal “Gorillo”.

Al putén Luca Coscioni, l’à lizù ‘na poezia in Italjàn, dedicäda ai nonón, scrìtta da lu, invéci Enrico Maletti l’à declamè tre poezjj in dlalètt Pramzàn, “Al Camén” äd Fausto Bertozzi, “Tramont batù dal sol” di Vittorio Campanini e “Al Brinndiz äd San Silvéstor” äd Bruno Pedraneschi, j ultmi do j én publicädi sul lunäri 2011. Interesant l’é stè l’ intarvént dal giornalìssta Pier Paolo Mendogni, ch’ là lizù socuant batudi in djalètt scritti da lu stés ch’ j àn ricordè la so infansja visuda in-t-al cuarter äd borogh dal Corrèzz via Saffi, carsù a l’ombra dal campanil ädla Céza äd San Zvàn. L’é stè ricordè anca Ettore Guatelli inventór dal Museo Guatelli d’ Osan Tär e amìgh äd Pärma Nostra, in-t-al decenäl ädla Morta. Ala fén al Presidént Oddi l’à fat cme regal al Profesór Benelli ‘na scultura in bronz su base äd märmor äd Carära fata da l’artìssta scultor Pramzàn Maurizio Zaccardi.
(Pramzàn dal sas)
(Tgnèmmos vìsst)
(Nelle foto di Cristina Cabassa: 1) Il Professor Giuseppe Benelli, 2) il tavolo dei relatori, 3) l'Assessore alla Cultura Luca Sommi, 4) Beniamina Carretta con il coro delle voci bianche della Corale Verdi, 5)
Renzo Oddi mentre premia il Professor Benelli, 6) il picolo Luca Coscioni, 7) Enrico Maletti.)

venerdì 12 novembre 2010

Da Federico Delle Donne (Crociato 63) riceviamo e pubblichiamo.



“Il Pagéli di Crozè in Djalètt Pramzàn)
Parma Sampdoria 1-0
Per Parma Sampdoria sospesa la rubrica "Il Pagéli di Crozè in Djalètt Pramzàn"
In seguito il testo che ci è stato spedito alle ore 0,30 del 12 novembre al posto delle solite pagelle settimanali che Crociato 63 scrive in dialetto e che Enrico Maletti corregge ortograficamente nel giusto dialetto Parmigiano.

Ciao ! come anticipato via sms prima dell'inizio della partita, essendo stato fuori dallo stadio insieme ai Boys e agli amici Doriani per protestare contro l'allucinante decisione del casms, non sono in grado di fare le pagelle per la partita, e in ogni caso non le avrei fatte come segno di solidarietà e di protesta contro i continui soprusi che devono subire i tifosi "di curva" !

stasera tra l'altro, Gian Luca Zurlini presente, si è visto un reparto di celere e carabinieri picchiare un gruppo di tifosi CHIUSI FUORI DALLA GABBIA che avevano regolare biglietto e chiedevano di entrare !

e questo sotto gli occhi di Perrone e con il colpevole silenzio passivo della Società

la vergogna continua
buonanotte a tutti

Federico
(Crociato 63)

martedì 9 novembre 2010

Venerdi 12 novembre all’Aula Magna dell’Università di Parma presentazione del Lunario Parmigiano 2011 di “Parma Nostra”

(Testo blu in Italiano)
E’ in programma per le ore 17,30 di venerdi 12 novembre la presentazione del Lunario Parmigiano 2011, dell’Associazione Culturale “Parma Nostra”. Il pomeriggio di quest’anno sarà molto nutrito e con ospiti di eccezione. Si inizia con il saluto del presidente Renzo Oddi poi seguirà l’ intervento di un’autorità, e quindi il Coro delle voci bianche della Corale Verdi diretto dalla maestra Beniamina Carretta canterà tre canzoni. Due in dialetto e una operistica.

La presentazione di quest’anno è affidata al professor Giuseppe Benelli, Presidente della Deputazione di Storia Patria delle Province Parmensi, Presidente della Fondazione Città di Pontremoli, organizzatrice del Premio Bancarella e Docente Universitario, seguiranno letture di poesie pubblicate sul Lunario. La prima in italiano, sui nonni, scritta e recitata da un bambino di 11 anni e altre tre in dialetto Pamigiano lette da Enrico Maletti.
Ci sarà un breve intermezzo di cabaret Pramzàn di Giuseppe Mezzadri con le battute in dialetto di “Scorsamära” . Il dottor Mendogni leggerà un simpatico amarcord e infine si chiuderà la manifestazione con un ricordo di Ettore Guatelli nel decennale della morte.
(Testo giallo dialetto Parmigiano)
Venardi 12 novémbor a l’Aula Magna äd l’Univarsità äd Pärma prezentasjón dal Lunäri Pramzàm 2011 äd “Pärma Nòstra”
L’é in programa p’r ilj ori 17,30 äd venardi 12 novémbor la prezentasjón dal Lunäri Pramzàn 2011, äd l’Asociasjón Culturäla “Pärma Nòstra”. Al dopmezdì äd s’t’an’ l’é nutridì bombén e con di ospit d’ ecesjón. A ‘s comincia con al salut dal presidént Renzo Oddi po seguirà l’intarvént äd n’autoritè, e po al Coro di putén ädla Coräla Verdi dirét dala méstra Beniamina Carretta al cantarà tre canson. Du in djalètt e vunna operìsstica.

La prezentasjón äd s’t’an’ l’é afidäda al professor Giuseppe Benelli, Presidént ädla Deputasjón äd Storia Patria dil Provìnci Parménsi, Presidént ädla Fondasjón Citè äd Pontremoli, organizatrìce dal Prémi Bancaréla e Docént Univarsitäri, po seguirà dil leturi äd poezjj publicädi in-t-al Lunäri. La prìmma in italjan, sui nòn, scrìtta e recitäda da un putén äd 11 àni e ätri trej in djalètt Pramzàn lizudi da Enrico Maletti.

A gh’ sarà un brév intarméz äd cabaret Pramzàn äd Giuseppe Mezzadri con il batudi in djalètt äd “Scorsamära” . Al dotor Mendogni al lezarà un simpatich amarcord e po a fnirà la manifestasjón con un ricòrd d' Ettore Guatelli in-t-al decenäl ädla morta.
(Pramzàn dal sas))
(Tgnèmmos vìsst)
(Nelle foto Il Lunario Parmigiano in una vecchia edizione, Giuseppe Benelli, Renzo Oddi, Giuseppe Mezzadri e Enrico Maletti, presenteranno l'edizione 2011 del Lunario Parmigiano di Parma Nostra)

lunedì 8 novembre 2010

Il Pagéli di Crozè in djalètt Pramzàn, testo pubblicato sulla "Gazzetta di Parma" del 9 novembre 2010













(Testo solo in dialetto parmigiano)
Napoli Pärma 2-0

Mirànt séz : sul prìmm njénta da fär sul second sfortón’na, certo ch’ l’é ‘na stagión miga tanta fortunäda ah ! Sa té ’t si farmè a Napoli fa ‘na vizita a San Gennaro né ’s sa mäj

Zacärd sìncov : sémp’r äd pù piantè dardè, paura, schema a n’al so miga al fat l’é ch’ a né ’t zburli pù e anca dardè a pära sémpor ch’ a ’t gabi paura ! Dai su MIclón coràg’ !

Lucaréli sìncov : n’ocazjón butäda fóra e sul second gol ‘na dormìda da scóla calcio ! Par färla curta cuand a gh’é tò fradél o in camp o fóra a ’t vè in bròd….

Palètta sèt : anca sòtta al Vesuvio al pu bón in camp, ma purtròp a gh’ n’é miga abasta d’un stopper bón in-t-na scuädra äd vùnndoz zugadór

Antonéli sèt : l’ätor insomma a Palètta ch’ l’à fat la so partìda ecome, purtrop anca lù con col schema chi al pèrda dò märci su sìncov e bón’na nòt sonadór

Gobbi zéro : mo mi digh, sa vén a zugär mi a cuarantasèt an’ a fagh cuél äd pù ! Äd sicur i pè j’én pu bón, a val pòs garantir che mi ‘na punisjón cme còlla ch’ l’à tirè in fónda a ’n l’ò mäj tiräda

Valiàn séz : povrèt al còrra cme n’äson ma second mi a ’l n’à ancòrra fat sinc minùd in-t-la so posizjsón da l’inìssi dal campionät ! Boh val a savér

Morón cuator : e anca Morón, povrètt a gh’ tòcca fär al regista ch’ al n’é miga al so mestér ! Mi vrìss savér cme ‘s fa a fär zugär metè ädla scuädra fóra ról p’r avérogh chi risultät chi! Boh!

Giovinco sénsa vòt : provì a indvinär ? Bravi fóra ról anca lù, no mo mi digh, Tilio Basteri dal Barbjàn, o Giorgio Sävi dal Marsolära anca s’in n’én miga stè a Coverciano i farìsson pù òvra….garantì a limón e i costarìsson meno !

Marques zéro : in che rìfa l’àni catè chilù ? No parchè basta savérol ch’ a né gh’ compri un biljètt gnànca a morìr ! Cualchidón a s’é scandalizè parchè al l’äva paragonè a Gasbarón… no a gh’ piazrìss a chilù ésor cme Gasbarón

Candreva zéro : mäj vìsst, boh a vrìss dir tanti còzi ma l’é méj ch’ a täza
Hernan séz : almeno almeno al gh’ à miss ädla maruga d’ätra pärta par mèttorla bizòggna avérgla no ? E chi a m’é d’avis che la maruga la ’n sia miga fìssa bombén

Marino zéro : zugär col 4-3-3 par mèttor su gnàn ‘na pónta véra ? Bé almeno a s’é vìsst ‘na novitè asoluta, còzi mäj vìssti mo a j’arìsson anca fat a meno vè ! Par giovedì ch’ ò gh’ämma da spetäros ? Palètta centravanti ? O Bojinov stopper ? Mah !

Còmo mìlla : mìlla cme il trasfèrti ch’ l’à fat adrè al Pärma ! Par n’ätor león ädla Nord adésa l’é riväda tròp prést l’ora äd l’ùltma trasferta mo sta tracuìll, San Pédor al n’é miga cme Maroni al né te dmanda mìga la téssra p’r enträr ! Bón Paradìz Còmo, e saluta tutt lasù ! Ciao !
(Pramzàn dal sas)
(Tgnèmmos vìsst)
(Testo di Crociato 63)
(Correzione ortografica a cura di Enrico Maletti)

mercoledì 3 novembre 2010

dalla Compagnia "I burattini dei Ferrari riceviamo e pubblichiamo"






La Compagnia I Burattini dei Ferrari
è lieta di invitarVi al Teatro Museo Giordano Ferrari - il castello dei burattini via Melloni, 3
- Parma

Domenica 07 Novembre 2010 ore 15.30

Proiezione del film/documentario sulla famiglia Ferrari burattinai da 120
anni giunti alla 4° generazione
"The puppeteers"
interviste ai grandi Dario Fo, Bernardo Bertolucci
Voce narrante il vincitore del premio Oscar
Ernest Borgnine


" LA FAVOLA DELLE TESTE DI LEGNO"
Storia dell'animazione dalle origini ad oggi in forma teatrale
durata 50 minuti

Vi attendiamo
Daniela & Giordano Ferrari

Dall' A.I.D.A.A. riceviamo e pubbichamo. GATTO NERO: ARRIVA IL CONCORSO “MISS GATTO NERO”

(Testo solo in Italiano)
Milano/Roma (3 Novembre 2010) AIDAA per il quinto anno consecutivo dedica tutto il mese di novembre alla riqualificazione sociale del gatto nero, diverse sono le iniziative che verranno attivate e presentate nel corso di questo novembre 2010. Innanzitutto si sono tenute ieri sera le Ronde pro-gatto nero con lo scopo di proteggere i gatti neri che in passato venivano sacrificati nella notte delle streghe durante riti esoterici.

I 90 gruppi che hanno operato nella notte di Halloween, complice positiva, anche la pioggia battente non hanno rinvenuto segni di messe nere o riti sacrificali nelle zone controllate. Sempre nella giornata di ieri è stata lanciata una petizione online che nel giro di poche ore ha gia raccolto centinaia di firme e che la lo scopo di dire basta alle antiche usanze che paragonano il gatto nero alla superstizione ed alla sfortuna.

La petizione che si chiama semplicemente VIVA I GATTI NERI si può firmare online collegandosi al sito www.firmiamo.it/vivaigattineri e vuole essere una semplice manifestazione di testimonianza di affetto rispetto ai nostri amici felini neromantati. Oggi viene inoltre lanciato il primo consorso nazionale fotografico “MISS GATTO NERO” la partecipazione è gratuita e aperta a tutte le donne di qualsiasi età che amano il gatto nero o che ne possiedono uno.

E che vogliono cimentarsi in un concorso da Miss dove in maniera giocosa verrà scelta la miglior fotografia con soggetto “la signora ed il gatto nero” per partecipare basta mandare una email con i propri dati e la fotografia con la quale si vuole partecipare al concorso all’indirizzo di posta elettronica missgattonero@gmail.com Le fotografie (sono ammessi anche i nudi artistici) saranno selezionate da una giuria di esperti e nel mese di marzo del 2011 sarà proclamata “Miss gatto nero”. Ovviamente la vincente e le prima dodici fotografie classificate saranno utilizzate per la realizzazione del calendario di Miss Gatto Nero 2012 il cui ricavato della vendita sarà destinato al mantenimento dei mici, mentre le fotografie delle altre partecipanti entreranno nella galleria delle foto dei giorni dell’agenda 2012 del gatto nero il cui ricavato sarà sempre destinarlo al mantenimento dei mici e delle colonie feline.
“E’ un’iniziativa nuova- ci dice Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA- un vero e proprio concorso di bellezza che vede due protagonisti: le signore e i gatti neri speriamo di raggiungere un numero importante di partecipanti in modo da poter coprire tutti i 365 giorni dell’anno dell’agenda 2012 del Gatto Nero. Partecipare a Miss Gatto Nero è un gioco- continua Croce- è un modo come un altro per aiutare i nostri amici felini chiusi nei gattili e i volontari che si occupano di loro.
Ovviamente la partecipazione è assolutamente gratuita basta infatti inviare una foto con il proprio gatto nero per poter partecipare. Questa- conclude Croce- è una delle manifestazioni che vogliamo lanciare in questo mese dedicato interamente al gatto nero, di cui il prossimo 17 novembre ricorre la festa”.
Per info 3478883546-3926552051
Per aderire al concorso scrivi e manda la tua foto con il gatto nero e i tuoi dati a
missgattonero@gmail.com

Per firmare la petizione collegati a
www.firmiamo.it/vivailgattonero