Estratto di un minuto del doppiaggio in dialetto parmigiano, realizzato nell'estate del 1996, tratto dal film "Ombre rosse" (1939) di John Ford. La voce di Ringo (John Wayne) è di Enrico Maletti


Con la qualità non si scherza. Parola di Enrico Maletti

PARMAINDIALETTO Tv


Tgnèmmos vìsst
Al salùt pramzàn äd parmaindialetto.blogspot.com

“Parmaindialetto” è nato il 31 luglio del 2004. Quest’anno compie 13 anni

“Parmaindialetto” l’é nasù al 31 lùjj dal 2004. St’an’ al compìssa 13 an’

Per comunicare con "Parmaindialetto" e-mail parmaindialetto@gmail.com

L’ UNICA SEDE DI “Parmaindialetto” SI TROVA A PARMA “PÄRMA”.







giovedì 31 marzo 2011

Per conto dell' Agenzia alla Salute del Comune di Parma riceviamo e pubblchiamo










(Testo solo in Italiano)

INVITO ALLA STAMPA Parma, 31 marzo 2010 – Sabato 2 aprile 2011, alle ore 10.30, nella Sala Stampa del Comune di Parma (Strada Repubblica 1, 43121 Parma, piano terra, accesso da Albo Pretorio) si svolgerà la conferenza stampa di presentazione della 7^ Giornata Nazionale Lions per la raccolta degli occhiali usati (Stadio Tardini, domenica 3 aprile 2011, in occasione di Parma-Bari), organizzata da Lions Club Parma Val Ceno.

Inoltre verranno mostrate, in anteprima alla stampa, le Bandierine Crociate (cm 30 x 40 in polietilene con lo stemma del Comune di Parma) e le Bandiere Crociate (cm 70 x 100 in tessuto) con i loghi dell’Associazione i Nostri Borghi e del portale www.stadiotardini.com, che saranno consegnate agli alunni, e agli adulti accompagnatori, delle scuole parmigiane invitate dal Sindaco e dal Presidente del Parma FC ad assistere alla partita di domenica, fondamentale nel cammino verso la salvezza della squadra cittadina. Saranno presenti: • Corrado MARVASI, Responsabile dell’iniziativa Lions Club Parma Val Ceno • Angelo ABLONDI, Responsabile regionale “Raccolta occhiali usati” Lions

• Fabrizio PALLINI, Delegato del Sindaco alle Politiche Sanitarie

• Ferdinando SANDRONI delegato del Sindaco all’Associazionismo e con la partecipazione di rappresentanti del Parma FC Con preghiera di diffusione e partecipazione all’evento Grazie, Cordiali Saluti Gmajo Inviato per conto di Agenzia alla Salute del Comune di Parma ________________________________ Gabriele Majo - Giornalista Professionista www.stadiotardini.com skype: gabriele.majo +39.335.8400142 +39.338.8725103 +39.338.9671437 _________________________________

mercoledì 30 marzo 2011

In edicola il quinto volume del dizionario di Capacchi Italiano/Dialetto Parmigiano, dalla lettera "N" alla lettera "R"

sabato 26 marzo 2011




Questa sera ricordarsi di mettere avanti l’orologio di un’ ora

Stasìra arcordäros äd tirär avanti l’arlój äd n’ora
(Tgnèmmos vìsst)

martedì 22 marzo 2011

Il Pagéli di Crozè in djalètt Pramzàn, testo pubblicato sulla "Gazzetta di Parma" del 22 marzo 2011












(Testo solo in dialetto Parmigiano)
Sampdoria - Pärma 0-1

Mirànt vint : la paräda äd pè prìmma dal rigór la vol dir salvèssa e la väla déz, vót radopiè parchè fata su cla simpatia äd Dessena, che sté gìr la C la s’ l’é tgnùda in sacòsa!

Zacärd déz : al colp dal zugadór pu fort in camp ( dato ch’ a mancäva Hernan ) l’à decìz la partìda, e vissta l’importànsa äd chi tri pónt chi un déz strameritè

Palètta sèt : un Palètta méj d’ j ultom du méz, partìda zugäda äd maruga, äd mestér, l’éra la còza importanta e l’é städa fata in pjén ! Bravo Shining !

Pisano òt : gnanca n’erór e dal momént ch’al zuga poch poch, vól dir ch’ l’é sémpor pront e al s’alén’na da profesjonìssta, elóra al vól premiè

Valian séz : la solita gran corsa, però un pò tròp narvóz e un pò tròp pòch precìz cuand a s’é tratè äd fär di cròss important ! Dai tén dur ch’ a cominciämma la voläda finäla e sarvìssa ädla gamba par tirärla da razón

Morón séz : Stefano un prìmm témp da man in-t ì cavìj, par fortón’na un pò méj in-t-al second, in manéra da ciapär la suficénsa, stirasäda un bél pò però vè

Dzemaili cuàtor : n’ätor cartlén ròss, e sóra al cont j ò capì ch’ l’éra in camp soltant cuand l’arbitro al gh’ é tiräva fóra i cartlén, pòch e col pòch in totäla confuzjón e ancòrra ‘na volta njénta äd bón !

Gobbi séz : partìda discréta anca lu cme Pisano al compitén sénsa strafär, mo con tanta tanta concentrasjón e atensjón !

Giovinco sìncov : cära al me ragas, andär a lesjón da Amauri cme a s’ fa a butär in camp al cór e l’àlma, acsì a s’ zuga il partìdi “o vita o morte”, al camp al n’é miga un circo e pèrdor di bìlich äd balón par fär al nùmmor a ’n sarvìssa pròprja a njénta

Palladén sénsa vót: l’à zughè trop pòch, mo col pòch a väla al discors äd Giovinco

Candréva séz : corsa corsa e corsa, al pu dil volti a né gh’ n’é miga abasta, jerdlà sì, anca parchè a m’ dispiäz par j’amigh Dorian, mo la Doria äd chi témp chi l’é la scuädra pu balorda äd tùtta la sérja A

Amauri déz : un León, a partìr da la criniera par fnìr a la furia ch’al gh’à mìs ! Un zugadór ch’ a podrìss ésor äd pasàg’ e basta, al dà l’ezémpi con ‘na vója äd lotär strepitóza e n’entuzjàzom d’ aplàvz ! Purtrop s’al sé vrà riscatär adésa al prési l’andrà su cme còl ädla benzìna

Marino séz : l’uvva p’r al champagne l’à ciapè ‘na grandinäda mäj vìssta a setémbor, a tutt il manéri scuädra mìssa in camp ‘na volta tant in-t-la manéra giùssta, sia cme schema che cme coràg’, e i trì pónt j’én fondamentäl e meritè, adésa zbaljär miga col Bäri e magàra parlär un pò meno, e còl consìlli chi a väla anca p’r i to du superior, silénsi e volär bas ‘na volta par tùtti !
(Pramzàn dal sas)
(Tgnèmmos vìsst)
(Testo di Crociato 63)
(Correzione ortografica a cura di Enrico Maletti)

Lettera di Briciola a Cindy














(Clicca per ingrandire le foto)
(Testo blu in Italiano)
Ciao Cindy
Sono Briciola di Parmaindialetto.

Ti faccio tanti auguri di una pronta guarigione per l’aggressione che hai subito, è capitato anche a me nell’ormai lontano 2004, io nell’aggressione di 3 cani ho rimesso un pezzo dell’orecchio sinistro. Ancora auguri da parte mia e di Cristina, Enrico, Marco e Pietro che mi ospitano dal giorno che mi hanno trovato in un cartone il 2 agosto 2002, avevo tre mesi. Ciao ancora e salutami Achille padre di http://www.pramzanblog.com/

Una stretta di zampa, tuo Briciola


(Testo giallo dialetto Parmigiano)
Lettera di Briciola a Cindy
Ciao Cindy
A son Brizlén di Parmaindialetto.

A ‘t fagh tant avguri ‘d ‘na pronta guarigjón par l’agresjón ch’a t’è subi, l’é capitè anca a mi in-t-l’ormäi lontan 2004, mi in-t-l’agresjón äd 3 can gh’ò armìss un toch äd l’oreccia sinistra. Ancora avguri da pärta mèjja e äd Cristina, Enrico, Marco e Pietro ch’ i m’ ospiton dal gioron ch’i m’ àn catè in-t-un un carton al 2 agòsst 2002, j äva trì méz. Ciao ancòrra e salutom Achille pädor äd http://www.pramzanblog,com/

‘Na stricäda ‘d sànfa, tuo Briciola
(Pramzàn dal sas)


(Tgnèmmos vìsst)
(Nelle foto: Cindy di Pramzanblog e Briciola di Parmaindialetto)

sabato 19 marzo 2011

Il Tango per beneficenza. Raccolta la cifra per l'acquisto di una lavapavimenti per i frati dell'Annuciata.


(Clicca sulle foto per ingrandirle)
(Testo solo in Italiano)
La beneficienza cuore a cuore, in un abbraccio, quello del Tango.
La scintilla, da cui tutto parte, è più che nobile: fare beneficenza. Come? Attravers
o una serata che ha come tema il Cuore e il Tango Argentino, perché ballare il Tango fa bene al cuore, in tutti i sensi.

La serata di beneficienza si è tenuta a Parma presso il Carmìn Cafè,in via Meazza 23/A zona ex Salamini, sede dell’Associazione Culturale Mas Que Tango, che è coorganizzatrice della serata assieme al Rotary Club Parma Farnese. Il ricavato dela serata è stato interamente devoluto per l’acquisto di una lavapavimenti per i frati della mensa di Padre Lino.
Il presidente del Rotary Club Parma Farnese, il cardiologo Dott. Claudio Reverberi ha introdotto la serata sottolineando come e perché il Tango Argentino faccia bene al cuore. Sia in senso fisiologico, che in senso metaforico.

Ha partecipato alla serata anche il Sindaco di Parma Pietro Vignali.
Ospite illustre della serata è stato il Maestro e ballerino Osvaldo Roldan, che da anni ti
ene corsi presso l’Ass. Cult. Mas Que Tango. Osvaldo Roldan è sicuramente fra gli esponenti più rappresentativi del tango argentino; Il Maestro Roldan ha ballato, con una sua allieva e assistente presso Mas Que Tango Martina Brambilla Questa serata si è inserita all’interno dei numerosi progetti che il Rotary Club Parma Farnese sta sostenendo in ambito locale
(Nelle foto; 1)Enrico Maletti, Padre Vittorio Schiavetta, il Sindaco Pietro Vignali e il Presidente del Rotary Club Parma Farnese Dott. Claudio Reverberi. 2/3/4, alcuni momenti della serata.)





martedì 15 marzo 2011

Il Pagéli di Crozè in djalètt Pramzàn, testo pubblicato sulla "Gazzetta di Parma" del 15 marzo 2011











(Testo solo in dialetto Parmigiano)
Pärma Napoli 1-3

Mirànt du : cme éla ? Tri tir tri gol ? Ezat, sul primm màn äd butér, su ch’j ätor du in ritärdi, un pò cme tutt al campionät !

Zacärd zéro : piantè cme un grùggn sénsa forsa gnànca cuand a t’ däv il zbarädi ala bàla, in confuzjón totäla

Lucaréli zéro : ch’ilj ätri 99 partìdi a t’ j’è zugädi méj che còssta, che second mi l’é städa la pu brutta partìda con la crozäda adòs

Paci zéro : Massimo a t’ si drè a infilär ‘na fila äd zéro che gnànca la farén’na la t’ sta adrè, al lavór sul tèrs gol l’é da Ridolini, mo purtrop chi csì a s’ zuga in seria A e a s’ rizzgia d’artornär in B par la seconda volta in trì an’ ! Vädda tì

Modést zéro : da cla fasa lì j’én gnu zò p’r al prìmm e pò p’r al second gol, l’ùltom äd la seria äd ‘na diféza da lega pro

Galloppa zéro : prìmm témp acsì acsì, mo ne s’ pol miga fär ‘na cojonäda acsì pén’na a sämma andè sòtta ! D’acordi che al narvóz al vén ecome, mo acsì a ne s’ risolva njénta

Dzemaili du : sémp’r un tòch äd pu, sémpor la còza pu dificila mäj ‘na zugäda da arcordäros, s’ a gh’avìss vint’an’ äd meno a v’ garantìss che in col ruolo lì a gh’ zugarìss mì e sarìss so nòn

Valiàn cuàtor : un bél prìmm témp insìmma ala fasa, pò al s’é spostè in méza e lì sta bèn Rozina, nota fónda e confuzjón cme Capra e Romanén cuand Tilio a l’ ja fäva zugär a metè camp in-t-al Barbjàn

Palladén sèt : prìmm témp strepitóz second témp sparì cme la scuädra mo sémpor al pu pericolóz ! L’éra méj tgnìr la cartùccia p’r il prosimi fésti par col ch’é sarvì al gol

Candréva zéro : domìlla chilometri, in-t-al prìmm témp socuànt volti la posibilitè äd fär di pasag’ decizìv, e tutt il volti zbaljè

Bojinov zéro : cme i balón tochè ! N’afäri mäj vìsst, si p’r al Manchester City !

Marino dù : a regola a s’é vìsst äd péz, mo cuand a s’ ciàpa trì gol cme jerdlà sira (lasämma stär al fuorigioco ma Lavezzi l’éra andè déntor cme al butér) a gh’é cuél ch’a struza, miga cuél, a strùza tutt ! Pensär al dimisjón ( magara in compagnia ) no ah ? Parchè al s’é drè portär in seria B, se nisón in Socetè a s’ n’é ancòrra intajè, a gh’al ricord mì !

Morgànt zéro : a sämma al soliti, njénta alibi par caritè (j’ eror j’én stè fat a partìr da cuand’a s’è decìz äd casär via al pu bón alenadór d’Italia), mo col ch’ a s’é vìsst jerdlà al spùssa e miga poch ! Fuorigioco imposìbbil da väddor miga, la solita categoria, forta coj povrètt, débla coj fòrt !
(Pramzàn dal sas)
(Tgnèmmos vìsst)
(Testo di Crociato 63)
(Correzione ortografica a cura di Enrico Maletti)

In edicola il terzo volume di Capacchi Italiano/Dialetto Parmigiano, dalla lettera "D" alla lettera "G"


lunedì 14 marzo 2011

La beneficienza cuore a cuore, in un abbraccio, quello del Tango. Perché ballare il Tango fa bene al cuore, in tutti i sensi.

(Testo solo in Italiano)
La beneficienza cuore a cuore, in un abbraccio, quello del Tango.
La scintilla, da cui tutto parte, è più che nobile: fare beneficenza. Come? Attraverso una serata che ha come tema il Cuore e il Tango Argentino, perché ballare il Tango fa bene al cuore, in tutti i sensi.

La serata di beneficienza si terrà a Parma il 18 Marzo alle 21:30 presso il Carmìn Cafè,in via Meazza 23/A zona ex Salamini, sede dell’Associazione Culturale Mas Que Tango, che è coorganizzatrice della serata assieme al Rotary Club Parma Farnese. L’ingresso di 10,00 euro verrà interamente devoluto per l’acquisto di una lavapavimenti per i frati della mensa di Padre Lino.

Il presidente del Rotary Club Parma Farnese, il cardiologo Dott. Claudio Reverberi introdurrà alla serata sottolineando come e perché il Tango Argentino faccia bene al cuore. Sia in senso fisiologico, che in senso metaforico. Il tango argentino ha come caratteristica peculiare l'improvvisazione, resa possibile dall'esistenza di un codice comunicativo corporeo, mediante il quale il ballo diventa un intenso e raffinato dialogo fra i due ballerini.


Il tango argentino autentico è caratterizzato da una vena introspettiva e di intimità con una particolare attenzione incentrata sul proprio partner e sulle relazioni e interazioni tra i due danzatori.
Ospite illustre della serata sarà il Maestro e ballerino Osvaldo Roldan, che da anni tiene corsi presso l’Ass. Cult. Mas Que Tango. Osvaldo Roldan è sicuramente fra gli esponenti più rappresentativi del tango argentino; il suo è un tango autentico che riflette la tradizione porteña non senza l’apporto di peculiarità che rivelano una personale ricerca stilistica.


Nella sua lunga e intensa carriera che lo ha visto protagonista, dal 1984 ad oggi, in teatro, televisione, cinema, conferenze, festival, fino ad arrivare sul palcoscenico del Teatro Regio di Parma. Osvaldo Roldan ha comunque voluto dedicare una particolare attenzione all’attività di insegnamento, riuscendo a mettere a punto una tecnica didattica unica per valore ed efficacia, che mira soprattutto a fornire un linguaggio corporale in grado di esaltare l’intima comunicazione di coppia in stretta relazione con la musica e nel rispetto dei codici.


Un tango che ha come punto di forza l’abbraccio, cuore a cuore. Il Maestro Roldan ballerà, con una sua allieva e assistente presso Mas Que Tango Martina Brambilla, un brano per i partecipanti alla serata, e li introdurrà, con una breve lezione, all’abbraccio del Tango. La serata terminerà con una breve milonga, serata danzante, per gli appassionati di questo affascinante ballo.

Questa serata si inserisce all’interno dei numerosi progetti che il Rotary Club Parma Farnese sta sostenendo in ambito locale. Il Presidente dell’ Ass.ne Cult. Mas Que Tango, Mariella Malpeli, è stata subito sensibile al tema, ribadendo come il Tango Argentino abbia sempre svolto un ruolo sociale coesivo.


• 21:30 Apertura della serata, ingresso 10,00 euro, interamente devoluto ai frati della mensa di Padre Lino.

• Discorso del Dott. Reverberi sulla motivazione della serata e introduzione al tema Cuore-Tango: ballare il Tango fa bene al cuore, in tutti i sensi.

• Ospite della serata il Maestro e ballerino Osvaldo Roldan, che ballerà, con una sua allieva, un brano per i partecipanti.

• Breve introduzione del Maestro Roldan all’abbraccio del Tango Argentino.

• Milonga fino alle 00:00.


Claudio Reverberi Mariella Malpeli
Presidente Rotary Club Parma Farnese Presidente Mas Que Tango


Le parole in dialetto dei giorni 12-13-14-marzo pubblicate sulla Gazzetta di Parma sono

12 marzo
Carcagnón
Persona trasandata
13 marzo
Èrba sivètta
Erba cipollina
14 marzo
Frambuà
Lampone
Tgnèmmos vìsst
E.M.

venerdì 11 marzo 2011

La parola di oggi 11 marzo pubblicata sulla Gazzetta di Parma è

Cioläda
Idiozia
(anche cojonäda, pitäda, siochèssa, stupidäda)

Tgnèmmos vìsst
E.M.

giovedì 10 marzo 2011

La parola di oggi 10 marzo pubblicata sulla Gazzetta di Parma è

Cävalòc’
Esattore.

(Si pronuncia Chèvaloc’ con la “c” finale di cenere e non di chiesa)

(Vocabolo e modo di dire del parlare scherzoso in dialetto parmigiano).
Lo troverete sul Capacchi a pag. 290 alla parola Esattore come seconda parola inserita.


Tgnèmmos vìsst.
E.M.

mercoledì 9 marzo 2011

La parola di oggi 9 marzo pubblicata sulla Gazzetta di Parma è "Bàggoli"

La parola di oggi 9 marzo pubblicata sulla Gazzetta di Parma è

Bàggoli
Frottole
(al plurale anche: Bàli, Bozjj, Canéli, Fòli. Meno usate, Caròtli Càgni, Fandónjj)

martedì 8 marzo 2011

Il Pagéli di Crozè in djalètt Pramzàn, testo pubblicato sulla "Gazzetta di Parma" dell' 8 marzo 2011











(Testo solo in dialetto Parmigiano)
Chievo Pärma 0-0

Mirànt òt : un pär äd parädi fondamentäli, ala fén äd l’an’ i podrìsson ésor anca còlli decizìvi, parchè perdor jerdlà a sarìss stè la fén

Modést séz : Modést fa rimma con onést, cuand a s’ zuga contra ‘na scuädra pu o meno dal nòstor livél al fa la so onésta partìda, cuand al livél al crèssa, al taca a tribulär

Lucaréli séz : dato ch’ a ’n s’é miga ciapè gol e dato ch’ l’é l’ùnnich centräl ch’ al fnìssa il partìdi, a gh’ dagh la suficénsa, mo al Lucaréli äd l’an’ pasè l’éra n’ätra roba (anca al Pärma a dir la vrìtè)

Palètta du : a ’n pòs gnan pu dir ch’ l’é andè in-t-la sòvva parchè dòpa a riva dozént lìttri al diretor, no parchè a pära che la colpa äd ch’ la situasjón chi la sia dil pagéli in djalètt adés e miga äd chi à mìss insèmma ch’la scuädra e ch’la guida técnica chi, sénsa né capo né còvva !

Zacärd sìncov : sémp’r in ritärdi sémp’r in dificoltè, al patìssa col non-zógh chi in-t-na manéra ezageräda, al pòs anca capìr mo con la so capacitè al dovrìss guidär lu la carètta

Galloppa séz : coj pòch minud in-t-il gambi l’à fat al so eccome, l’ùnnich, a digh l’ùnnich ch’al stopa la bala e ch’al gh’abia n’idea äd coza sia i témp äd ‘na zugäda

Dzemaili sìncov : n’ätra partìda sénsa ‘na zugäda da ricordär, sénsa n’acut, sénsa njénta, e si ch’ a gh’éra anca Galloppa atàca mo njénta

Valian séz : Valian bén o mäl al gh’é mètta ch’la corsa, ch’la vója che ala fén äd l’òvra al porta a ca sémpor la suficénsa, specialmént cuand al zuga in-t l’ùnnich pòst indò al pól zugär osìa la fàsa

Morón séz : Stefano mo che confuzjón, però a tè m’ si piazù, sémp’r adòs a tutt, al pu grintóz ädla scuädra, e p’r al pu grintóz a gh’é sémp’r un bél vot

Palladén cuator : mi cuand a gh’é da bocär la bala e da spudär sangov e a väd vón ch’al fa i colp äd tàch a ripetisjón e al fa i pas da Cohiba a vagh in béstja ! Fòrsi a ’n s’é miga ancòrra capì chì a gh’é da salväros mo d’ätra pärta cuand a gh’é ancòrra cualchidón ch’ a pärla d’otäv pòst coza vrämma preténdor

Bojinov cuàtor : poca roba, e ch’ la poca ch’ a capita a vól fat gol, cme Amauri a Ròmma, sionò a ’s va pòch lontàn

Marino du : mo a ’s pól dichiarär “la squadra è in un buon momento” ???? ‘Na vitòrja in-t- ilj ùltmi vùnndoz partìdi, mo có él drè a scarsär par cäz ? No parchè chi a gh’é proprja pòch da scarsär cära al me Mìsster, dato che pò in Serie B a gh’andämma nojätor tifóz e citè, vìsst ch’a m’ imaginarìss béle che strajamént a gh’ sarìss ! Elóra lasämma lì äd contärja gròsi e väla par tutt !
(Pramzàn dal sas)
(Tgnèmmos vìsst)
(Testo di Crociato 63)
(Correzione ortografica a cura di Enrico Maletti)

La parola di oggi 8 marzo 2011 pubblicata sulla Gazzetta di Parma è Boràs

La parola di oggi pubblicata sulla Gazzetta di Parma è

Boràs
Canovaccio

(Cencio per rigovernamento)

lunedì 7 marzo 2011

La parola di oggi 7 febbraio pubblicata sulla Gazzetta di Parma è "Arzintéla"

La parola in dialetto pubblicata sulla Gazzetta di oggi è.

Arzintéla

Lucertola

Naturalmente è facile per chi conosce il significato. Per una migliore pronuncia Parmigiana della parola Arzintéla, la “a” finale si pronuncia quasi come una “e”


sabato 5 marzo 2011

Carnevale A.N.S.P.I. edizioe numero 23

Alcune foto del carnevale A.N.S.P.I.
La premiazione in Cittadella
















































































































































































































































In edicola il secondo volume di Capacchi Italiano/Dialetto Parmigiano, dalla lettera "B" alla lettera "D"

In edicola il secondo volume di Capacchi Italiano/Dialetto Parmigiano, dalla lettera "B" alla lettera "D"
Oggi 5 febbraio 2010 la parola in dialetto Parmigiano è

“Maròlla”
"Midollo"

Vuole dire in Italiano “Midollo” “senza spina dorsale” esempio: “zugadór sénsa maròlla”. Maròlla è anche il nocciolo dei frutti. Es. Ciliegia, pesca ecc..



Si pronuncia calcando sulla lettera "ò" e con la leggera pronuncia lelle lettere "l"

venerdì 4 marzo 2011

Il centralino della Gazzetta di Parma tempestato di telefonate.


In questi giorni il centralino della Gazzetta di Parma è tempestato di telefonate di lettori che vogliono sapere cosa vuole dire la parola in dialetto che ogni giorno cambia sulla pagina centrale della Gazzetta di Parma. Oltre al centralino viene tempestato il numero di telefono di casa di Enrico Maletti, l'esperto di dialetto che ha procurato queste parole in dialetto Parmigiano all’agenzia pubblicitaria dove la Gazzetta si è appoggiata per la pubblicità. Ovviamente queste parole sono racchiuse nei fascicoli del dizionario Italiano Dialetto/ Parmigiano del Professor Guglielmo Capacchi in edicola per sette settimane con la Gazzetta di Parma. Qui sotto le due ultime parole pubblicate giovedi 3 marzo e venerdi 4 marzo.

Ieri
Ärcbaléstor
Arcobaleno

Oggi
Boftén
Cartoccio di tabacco



mercoledì 2 marzo 2011

Dal Circolo A.N.S.P.I. "CROCETTA" riceviamo e pubblichiamo


(Testo solo in Italiano)
IL CIRCOLO A.N.S.P.I CROCETTA
Unità Pastorale Buon Pastore e S. Evasio organizza
SABATO 19 MARZO 2011
GITA A RIMINI E SAN MARINO
CON VISITA ALLE DUE BELLISSIME MOSTRE SUGLI IMPRESSIONISTI ''PARIGI GLI ANNI MERAVIGLIOSI'' ED UNA SUL CARAVAGGIO
VISITEREMO IL CARATTERISTICO BORGO MEDIOEVALE DEL PICCOLO STATO DI SAN MARINO
RITENUTA LA PIU' ANTICA REPUBBLICA DEL MONDO E DAL 2008 PATRIMONIO UNESCO
Programma:

ore 7.00 ritrovo partecipanti in piazzale Remo Coen e partenza.
ore 7.10 sosta in Via E. Colli per la salita partecipanti di S. Evasio e partenza per Rimini
ore 9.45 arrivo a Rimini a Castel Sismondo
ore 10.00 Visita guidata alla bella ed unica nel suo genere mostra Impressionisti del 1° gruppo (cicogne)
ore 10,15 Visita guidata alla bella ed unica nel suo genere mostra Impressionisti del 2° gruppo ( aironi )
ore 11,30 entrata alla mostra Caravaggio ed altri pittori del seicento (con audioguide)

ore 12,30 termine visita mostre e partenza per San Marino
ore 13,30 pranzo al sacco presso i numerosi locali del caretteristico borgo medioevale

ore 14,30 Visita guidata alla bella mostra Impressionisti 1° gruppo
ore 14,45 Visita guidata alla bella mostra Impressionisti 2° gruppo

ore 16,15/30 Visita guidata allo splendido e caratteristico borgo medioevale di San Marino
patrimonio UNESCO e autentico scrigno di tesori con vista mozzafiato

ore 17,30 Visita libera fra i numerosissimi, caratteristici e dicono convenientissimi negozi del
borgo medioevale
ore 18,30 Partenza per Parma con arrivo previsto per le 21,00

Le quote di partecipazione sono per i soci :
Adulti (soci) : € 55
Bambini (fino a 12 anni) (soci) : € 25


La quota comprende il viaggio di A/R con pullman gran turismo.
Biglietto di ingresso e visite guidate alle 2 mostre e una con audioguide (Caravaggio); vista guidata in San Marino. La quota di partecipazione dovrà essere versata al momento dell’iscrizione.
ISCRIZIONI
Sono aperte da domenica 20 febbraio fino ad esaurimento posti.
Si ricevono presso le segreterie A.N.S.P.I delle due parrocchie dopo le messe oppure telefonando a: 348 8977587 (Giancarlo)
oppure mandando una e-mail a :
giancarlo.fantoni@alice.it

Complimenti all’amico Achille Mezzadri padre di Pramzanblog

Pramzanblog (per un giorno) secondo nella classifica nazionale dei siti con contatore ShinyStat. Ieri ha ricevuto 5.501 visite, grazie al boom delle sorelle Fontana!

Compliment a l’amigh Achille Mezädri pädor äd Pramzanblog

Pramzanblog (p’r un gioron) second in-t-la clasifica nasjonäla di sit con contator ShinyStat. Iér l’à ricevù 5.501 viziti, grasja al boom dil soréli Fontana!
(Pramzàn dal sas)
(Tgnèmmos vìsst)
(Nella foto Achille Mezzadri padre di www.pramzanblog.com )

dalla Compagnia "I burattini dei Ferrari" riceviamo e pubblichiamo


La Compagnia I Burattini dei Ferrari
è lieta di invitarVi al Teatro Museo Giordano Ferrari -

il castello dei burattini via Melloni, 3 - Parma
http://www.castellodeiburattini.it/

Domenica 06 Marzo 2011 ore 15.30


" LA FAVOLA DELLE TESTE DI LEGNO"
Storia dell'animazione dalle origini ad oggi in forma teatrale
durata 50 minuti

Vi attendiamo
Daniela & Giordano Ferrari

martedì 1 marzo 2011

Il Pagéli di Crozè in djalètt Pramzàn, testo pubblicato sulla "Gazzetta di Parma" del 1 marzo 2011











(Testo solo in dialetto Parmigiano)
Ròmma Pärma 2-2

Mirànt séz : dòpa un prìmm témp dizastróz cme tùtta la scuädra al second témp l’à cambiè märcia e tésta e l’é stè decizìv in-t-un pär äd situasjón complicädi

Modést du : cuand la riväva a lu la bàla a paräva ch’ l’à gh’avìss déntor dil móji, la gh’ rimbalsäva via tutt il vòlti, e dir che dedlà Pavlén l’éra in panca a la fàcia äd chi al criticäva

Lucaréli séz : zéro fin al du a du, narvóz imprecìz sémp’r in ritärdi cme sul rigor, dal du a du in avanti al s’é mìss lì in méza cme la muraglia cinéza, a ’n n’é pu pasè nisón

Palètta cuator : Shining al né s’é ancòrra arpiclè, al paräva lì par cäz, dòpa déz minud l’äva béle fat rigor, e tùtta la partìda in dificoltè ! Ma cuäl él al ver Palètta ? Còl äd prìmma äd Nadäl o dòpa ?

Paci zéro : Massimo dailà nani, ormäj l’é ‘na filastroca ch’ l’à fiachè e miga pòch ! At vrämma bén tutt al sämma che a ch’la maja chi a tè gh’ tén bombén, mo porco d’un càn tolasudólsa dai là !

Zacärd du : strajè confuzjonäri sénsa idei e sénsa la forsa äd ragionär, al moment pu brutt da cuand Miclón l’é rivè a Pärma ( a propozit i m’àn ditt che al ver Miclón al s’é fat bjond anca lu, mo che lavor dì )

Valian òt : spostè insìmma ala fasa ( guärda cäz indòvva al zugäva l’an’ pasè ) l’é stè l’ultom ch’al gh’é cardäva ancòrra e col ch’ l’à fat i du cròss p’ri du gol ! A dimostrasjón che tì zbàtla in méza la bala che magàra un cuél a pól sucedor

Morón zéro : Stefano, a väla al comént äd Zacärd, a ’t si in-t-un stät äd confuzjón totäla, dailà su, forsa e coràg’ che vón da la tò esparjénsa al sé sarvìssa luccid, miga incazinè

Candréva zéro : al còrra par du al rénda par zéro, gran corsa mo l’é sénsa i témp äd zógh äd scuädra, mi a ’n so miga catär la solusjón par col ragas chi, mo second mi anca l’alenadór al gh’é lontan da savérla

Giovinco cuator : inezistént, invizìbbil, un péz par la scuädra cuand al càta ch’ il giornädi chi

Amauri déz : eh bé un gol ala Hernan da sigla televizìva, e pò la còza ch’ a m’é piazù äd pu l’é städa l’ezultansa sincera, e la fräsa “La Juventus non è più un mio problema” in risposta ala solita dmanda siòca d’un giornalìssta äd Sky ! Acsì a ’s fa, bravo !

Hernan déz : guärda cäz al monta su e la scuädra la taca a zburlär e la parègia, e pò al se sacrifica cuand a sämma restè in déz cuand al dìz al mìsster ch’ al vén zò lu par mèttor su un difensór ! Sémpor pu ‘na parsón’na speciäla in ogni ocazjón !

Marino zéro : fin al 74° zéro tir in porta, e dichiarasjón sémpor pu imbarasanti, d’intolerànsa vers la tifozeria ( definìda “gli esterni” ) e vers l’ambjént ! Mìsster, dato però che nojätor a Pärma a gh’ sämma nasù e a gh’ restarämma fin ch’ a scampämma e l’esterno l’é lu, s’al sénta ädla incompatibilitè a ‘n sarìss miga ‘na brutta idea fär su baraca e buratén e ciapär äd l’aria , e magara portär’s adrè anca chi l’à fat gnir in sa ch’ a farìsson bingo tutt !
(Pramzàn dal sas)
(Tgnèmmos vìsst)
(Testo di Crociato 63)
(Correzine ortografica a cura di Enrico Maletti)