Estratto di un minuto del doppiaggio in dialetto parmigiano, realizzato nell'estate del 1996, tratto dal film "Ombre rosse" (1939) di John Ford. La voce di Ringo (John Wayne) è di Enrico Maletti


Con la qualità non si scherza. Parola di Enrico Maletti

PARMAINDIALETTO Tv


Tgnèmmos vìsst
Al salùt pramzàn äd parmaindialetto.blogspot.com

“Parmaindialetto” è nato il 31 luglio del 2004. Quest’anno compie 13 anni

“Parmaindialetto” l’é nasù al 31 lùjj dal 2004. St’an’ al compìssa 13 an’

Per comunicare con "Parmaindialetto" e-mail parmaindialetto@gmail.com

L’ UNICA SEDE DI “Parmaindialetto” SI TROVA A PARMA “PÄRMA”.







domenica 31 gennaio 2016

E' CON PIACERE CHE PUBBLICO LA LETTERA DI RINGRAZIAMENTO DEL PRESIDENTE DELL'ASSOCIAZIONE "I NOSTRI BORGHI" DOTT. FABRIZIO PALLINI, IL QUALE MI RINGRAZIA PER LA MIA DISPONIBILITA' NELLA GIURIA PER " NATALE IN VETRINA 2015.

Gentilissimo componente della Giuria Artistica NIVC 2015,
vogliamo con la presente ringraziarla per aver partecipato come membro della giuria alla tredicesima iniziativa di Natale in Vetrina Crociata 2015, contribuendo con la vostra presenza a dare ulteriore lustro alla manifestazione.
Il concorso ha coinvolto il mondo dello sport, del commercio, della scuola e del sociale ed ha assunto una importante valenza per la città ed in particolare per i valori che sostiene.
Grazie all'impegno, alla creatività e all'entusiasmo di bambini, giovani e ragazzi, futuri attori della vita lavorativa e sociale di Parma, si è creata una significativa rete di rapporti e condivisioni che si protrarranno nel tempo.
Il gioioso tripudio dei giovani protagonisti, dei loro insegnanti ed educatori, insieme a tutti i presenti, ha ulteriormente dato risalto ai valori e ai contenuti della manifestazione, decretandone ancora una volta il suo straordinario successo.
Cogliamo l'occasione per informarvi che sul nostro sito è possibile guardate foto e filmati della premiazione.
Vi inviamo il nostro più cordiale saluto con la speranza di ritrovarci nuovamente il prossimo anno.
Fabrizio Pallini
Presidente Associazione I Nostri Borghi

venerdì 29 gennaio 2016

RISPOLVERIAMO I VECCHI MODI DI DIRE IN DIALETTO PARMIGIANO. SAPETE COSA VUOL DIRE...


 “EH, LA FÓRCA 'D BRÉTTA”...


Espressione popolare “EH, LA FORCA DI BERRETTA”. Usata per esprimere meraviglia unita a disgusto. Altrettanto comune è il modo di dire “FÄRON PU CHE BRÉTTA”, (FARNE PIU DI BERRETTA) a significare compiere ogni sorta di malefatte. Si allude al feroce GIUSEPPE BERRETTA detto “ZONI”, brigante e assassino, domiciliato a Carzeto di Soragna: sulla sua testa fu posta, nel 1804, una taglia in duemila lire in moneta di Parma. Fu impiccato lo stesso anno in piazza della ghiaia a Parma


Tgnèmmos vìsst

SABATO 6 FEBBRAIO 28a EDIZIONE DEL CARNEVALE ANSPI, UNICO CORSO MASCHERATO DI PARMA. IL NOME DEI CARRI ALLEGORICI PARTECIPANTI.


IL NOME DEI CARRI CHE PARTECIPERANNO ALLA 28a EDIZIONE DEL CARNEVALE ANSPI, UNICO CORSO MASCHERATO DI PARMA CHE SI SVOLGERA' SABATO 6 FEBBRAIO DALLE ORE 14 PARTENDO DA PIAZZA DUOMO E ARRIVERANNDO IN CITTADELLA PER LA PREMIAZIONE.(FOTO DELLE PASSATE EDIZIONI).

BEATO CARDINAL FERRARI #EMOTICARRO# DILLO CON UNO SMILE
OZZANO TARO I "F...UORI" DI OZZANO
COENZO 1 NOE' E LA SUA ARCA
COENZO 2 I GENI
SORBOLO 1 I FIORI DI NINO
SORBOLO 2 UNA SIMPATICA FOLLIA
SORBOLO 3 I MINIONS
MEZZANI INFERIORE LA TRIBU' DEL GRANDE FIUME
CROCETTA MINIONS SEMPRE TRA DI NOI
SANTA MARIA DEL
ROSARIO E SAN MARCO
(UNICI NON ANSPI) L'aiPED


Tgnèmmos vìsst

COMUNICAZIONE IN ANTICIPO: EVENTO ORGANIZZATO DAL ROTARY CLUB FARNESE DOMENICA 14 FEBBRAIO DALLE ORE 19, "APERITOMBOLA DI S. VALENTINO"


COMUNICAZIONE IN ANTICIPO: EVENTO ORGANIZZATO DAL ROTARY CLUB FARNESE. DOMENICA 14 FEBBRAIO DALLE ORE 19

"APERITOMBOLA DI S. VALENTINO" 

ALL'AQUILA LONGHI VICOLO S. MARIA 1/A PARMA. IL RICAVATO ANDRA' IN BENEFICENZA A... VEDI LOCANDINA... 


(CLICCA SULLA LOCANDINA PER INGRANDIRLA)

Tgnèmmos vìsst

giovedì 28 gennaio 2016

Domenica 31-01 alle ore 15,30 La Dialettale Sissese reciterà al Teatro della Chiesa di S. Evasio in via Monsignor Evasio Colli






CHE BÈLA LA TÓSSA

COMMEDIA DIALETTALE
IN TRE ATTI
DI
MAURO ADORNI



PERSONAGGI ed INTERPRETI

ROBERTO (Il marito) GIAMPAOLO GOVI
MAFALDA (La moglie) BRUNA BONAZZI
CINÈLO (Il suocero) MAURO ADORNI
SILVIO (Figlio di Roberto)) VITTORIO GALEAZZI
BERNARDA (Madre di Rosanna) SIMONA AGNETTI
ROSANNA (Figlia di Bernarda) ANNA ROSSI
MICHELA (L’ortolana) IDA PEDRETTI
DAVIDE (Il Farmacista) UMBERTO MEZZADRI

RAMMENTATRICE GABRIELLA ADORNI
REGIA MAURO ADORNI



CHE BÈLA LA TÓSSA!
L’anziano Cinèlo (diminutivo di Alcino), vedovo da tempo e
accasato da solo, viene momentaneamente ospitato dalla figlia
Mafalda e dal genero Roberto, poiché soffre di una tosse
insistente che non gli dà tregua nemmeno di notte. La figlia si fa
premura di curarlo con pillole rimaste da una precedente bronchite
patita dal figlio
Silvio. Per vecchi screzi Roberto mal sopporta la
presenza dell'anziano suocero, ma deve fare buon viso a cattiva
sorte.
Silvio è innamorato di Rosanna, figlia di Bernarda, una 
facoltosa vedova. Le due donne non fanno nulla per dissimulare il
loro vanto di appartenere ad un ceto superiore, soprattutto
Rosanna, la quale non perde occasione per bacchettare Silvio.


Per questo motivo Roberto, diversamente- dalla moglie, è
piuttosto critico riguardo alla relazione sentimentale del figlio e
anche nei confronti di Bernarda.
· Preferisce rapportarsi con
persone del suo stesso rango, come il cugino
Davide, il quale
purtroppo, però, è la fonte involontaria ed indiretta
dell'inconveniente che viene a turbare la quiete familiare. Reduce
da un viaggio nei paesi del Nord Europa, ha portato con sé delle
pillole ancora introvabili in Italia e destinate a curare qualcosa di molto
diverso dalla tosse. Una disattenzione generale e la frittata è fatta!
Completa il cast dei personaggi
Michela, la fruttivendola del paese,
in cerca di un nuovo accasamento dopo la morte di due precedenti
 compagni.

RISPOLVERIAMO I VECCHI MODI DI DIRE IN DIALETTO PARMIGIANO. SAPETE COSA VUOL DIRE...



"Vén, anolén, e un ruspant d' in sorta, 

e ‘l dotór fóra ‘dla porta." 

Vino, anolini, e un ruspante (volatile da cortile) d’ogni sorta, e il medico fuori dalla porta. 
E' LA FORMULA PER STARE IN SALUTE



(CLICCA SULLE FOTO PER IMGRANDIRLE)


Tgnèmmos vìsst

domenica 24 gennaio 2016

RISPOLVERIAMO I VECCHI MODI DI DIRE IN DIALETTO PARMIGIANO. SAPETE COSA VUOL DIRE...


"Tgniss sénsa vansàj, foghè in-t-al
butér, e sughè con al formàj"...

Compatti senza frantumi, affogati nel
burro, asciugati col formaggio.
È la formula per il successo dei
tortelli d’erbette alla parmigiana. 


(CLICCA SULLE FOTO PER INGRANDIRLE)
Tgnèmmos vìsst

ALBERTO MICHELOTTI E ENRICO MALETTI CON IL LUNARIO DI "IO PARLO PARMIGIANO" IN EDICOLA CON LA GAZZETTA DI PARMA



CLICCA SULLA FOTO PER INGRANDIRLA




 Tgnèmmos vìsst

giovedì 21 gennaio 2016

RISPOLVERIAMO I VECCHI DETTI PARMIGIANI...SAPETE COSA VUOL DIRE " andär ai pavlòt " ???



 " andär ai pavlòt " vuol dire impazzire. Vecchio detto Parmigiano che risale al periodo di Maria Luigia quando in via D'Azeglio dove ci sono le Torri dei Paolotti esisteva un manicomio. Il convento nel 1818 su decreto di Maria Luigia venne adibito a Ospedale "de' Pazzarelli", La chiesa di San Francesco di Paola, detta dei Paolotti.




Tgnèmmos vìsst

mercoledì 20 gennaio 2016

PREMIAZIONE ALL'AUDITORIUM DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI PARMA. "NATALE IN VETRINA" 2016. FOTO FINALE DELLA MANIFESTAZIONE



Commercio, educazione, sociale, valori, partecipazione, sport, storia e tradizione.
Insomma, una città. Da tredici anni, grazie a I Nostri Borghi e alla iniziativa 'Natale in Vetrina Crociata', che coinvolge esercizi commerciali, scuole di ogni ordine e grado, cooperative sociali e volontariato,la squadra di pallone di Parma, riesce a miscelare tutti questi elementi che fanno comunitàQuesta mattina il consueto momento della premiazione, apice di questa manifestazione, che esalta e trasmette il nostro senso d'appartenenza.


(CLICCA SULLA FOTO PER INGRANDIRLA)


Tgnèmmos vìsst

GLI AMICI DELLA "FAMIGLIA PIASINTEINA" CI INVITANO ALLA LORO NUOVA COMMEDIA



Tgnèmmos vìsst


domenica 17 gennaio 2016

sabato 16 gennaio 2016

PAROLE IN DIALETTO PARMIGIANO. SAI COSA VUOL DIRE ?????




Sapete cosa vuole dire in dialetto parmigiano la parola "DOLÉGH". In Italiano "DOLÉGH" vuole dire “ STRUTTO” “LO STRUTTO SI OTTIENE PER FUSIONE DEL GRASSO PRELEVATO DALLA ZONA DORSALE DEL MAIALE, SERVE IN CUCINA PER FRIGGERE .

Sapete cosa è in dialetto parmigiano un "BALÓN ÄD CORÀM”. In Italiano il “BALÓN ÄD CORÀM è “IL PALLONE DI CUOIO”. 

Sapete cosa è in dialetto parmigiano la “PÉLA ÄDLA TÉSTA”. In Italiano la parola “PÉLA ÄDLA TÉSTA” è il "CUOIO CAPELLUTO”. 

Sapete cosa vogliono dire in dialetto parmigiano le parole “LÌFF, BARLÌFF o ZBARLÌFFIn Italiano “LÌFF, BARLÌFF o ZBARLÌFF” vuole dire “GHIOTTO o GOLOSO“. 

Sapete cosa è in dialetto parmigiano il "FIS'CÉN". In Italiano il " FIS'CÉN " è il “FISCHIETTO”. 


Grazie agli amici di Facebook 
e a www.gazzettadiparma.it che mi seguono. 

Tgnèmmos vìsst